Coronavirus, Zangrillo su Berlusconi: “A rischio per età e patologie pregresse”. E ritratta sul virus “clinicamente morto”

Zangrillo con Berlusconi

Peggioramento delle condizioni di salute per l’ex premier Silvio Berlusconi, ricoverato presso il San Raffaele di Milano per la positività al coronavirus.

E Alberto Zangrillo, primario dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Generale e Cardio-Toraco-Vascolarintensiva dell’ospedale meneghino ha letto il bollettino medico odierno legato a Berlusconi (di cui è anche medico personale): “Abbiamo rilevato la positività in un soggetto che era asintomatico, nel volgere di qualche ora, nella serata di ieri, ho ritenuto di fare una visita e ho rilevato un blando coinvolgimento polmonare, per cui ho ritenuto opportuno approfondimento diagnostico, le cui risultanze mi hanno consigliato e indicato il ricovero”.

Un ricovero dettato anche dalle condizioni dell’ex premier e leader di Forza Italia, con patologie pregresse ed una età di tutto rispetto (compirà a breve 84 anni): “Da soggetto è divenuto paziente, ed è a rischio per età e patologie pregresse. Il suo umore non è dei migliori, come anche il mio”.

Zangrillo ha quindi aggiunto: “Mi sono imposto nell’istituire un regime che comporti il riposo assoluto che probabilmente è la terapia di cui lui più necessita. Non è stato facile convincerlo al ricovero e ho dovuto insistere, soprattutto questa notte, ma l’uomo è pronto e intelligente e, una volta informato di quello che lo riguardava, ha convenuto con le mie valutazioni”.

Zangrillo ha quindi sostanzialmente ritrattato le sue parole circa il coronavirus “clinicamente morto”: “Non nego di avere usato un tono forte e stonato quando il 21 maggio dissi che il virus era clinicamente morto. Esiste una quota rilevante di soggetti asintomatici -positivi, la larga maggioranza, ma in una situazione come quella che si è venuta a creare questa estate, ci possono essere persone che possono avere una blanda sintomatologia, come nel caso Berlusconi, che ha un leggero coinvolgimento polmonare”.