Megalodonte di nome e di fatto: lo squalo preistorico misurava ben 16 metri

Un gruppo di paleontologi ha calcolato la grandezza indicativa del megalodonte: l’antenato dello squalo era davvero enorme.

Fino ad oggi la grandezza del megalodonte, antenato preistorico dello squalo bianco, era stata solamente stimata dagli studiosi di paleontologia. Un recente studio condotto dall’Università di Bristol in collaborazione con quella di Swansea, ha portato a conoscere le esatte misure di questo gigantesco animale preistorico.

Leggi anche ->Rarissimo attacco mortale di uno squalo bianco: donna morta davanti agli occhi della figlia

L’immagine comune che abbiamo del grande squalo bianco è quella che Spielberg ha reso iconica con il suo film horror ambientato nelle vastità dell’Oceano Atlantico. Le misure utilizzate per creare l’antagonista del film si basano su quelle reali di questo temibile predatore e si aggirano intorno ai 6 metri di lunghezza. Stiamo dunque parlando di un animale di dimensioni spaventose che, in ogni caso, sono nulla rispetto a quelle dei suoi antenati.

Leggi anche ->Pescatori filmano un grande squalo bianco che nuota a pochi centimentri da loro, il video diventa virale

Le reali dimensioni del megalodonte

L’equipe di paleontologi, infatti, ha calcolato che un megalodonte arrivava sino ai 16 metri di lunghezza, aveva una testa di circa 4,5 metri, una pinna dorsale alta 1,62 metri ed una coda alta 3,85 metri. Insomma ci sono persone che sono alte tanto quanto la pinna dorsale di questi animali preistorici, il che ci dice che un uomo avrebbe potuto benissimo stare in piedi sul dorso di un megalodonte.

Per calcolare le misure dell’animale preistorico gli studiosi hanno prima comparato i fossili con le dimensioni dello squalo bianco moderno. Quindi hanno analizzato in che modo questi crescono in grandezza durante la loro vita ed infine hanno incluso nell’analisi fino a 5 moderne forme di squalo. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica ‘Scientific Reports’.