Si inietta il synthol per ingigantire i bicipiti. Pubblica la foto e viene preso di mira sui social

bodybuilderUn uomo che in passato è stato soprannominato “Popeye” è stato preso di mira per il suo ultimo post su Instagram.

Kirill Tereshin ha fatto notizia per la prima volta nel 2017 dopo aver iniettato nelle sue braccia olio synthol nel tentativo di aumentarne le dimensioni.

La procedura, molto pericolosa, gli ha permesso di avere bicipiti incredibilmente grandi, con un aumento di ben 26 cm in soli 10 giorni.

Allora la pratica suscitò un certo scalpore, lo stesso scatenato dal suo ultimo post social.

Come riporta il Daily Star Online, l’aspirante combattente di MMA ha pubblicato una foto dove si mostra mentre allarga le sue enormi braccia: “Il re è come al solito al suo posto”, scrive il culturista russo. Tuttavia, Tereshin è stato subissato di commenti irrisori e offensivi da parte degli utenti.

Tereshin è andato subito al tappeto nel suo primo incontro MMA

Non è la prima volta, dato che anche in passato il bodybuilder è stato preso in giro per le sue “manie”.

La star dei social media ha già provato a diventare un combattente di MMA, senza avere successo: basti pensare che nel suo primo incontro con il blogger russo Oleg Mongol è stato letteralmente maltrattato, andando al tappeto dopo appena tre minuti.

In passato, Kirill ha sofferto anche di problemi di salute dopo che i medici gli avevano sconsigliato di praticare le iniezioni, avvisandolo dei possibili pericoli.