I tifoni spaventano mezzo mondo: tre morti in Russia, massima allerta in Giappone

Seri danni in Russia a causa del tifoneIl bilancio del tifone Maysak è drammatico: tre persone sono morte e si contano dozzine di feriti in Russia. Intanto in Giappone è allerta massima per l’arrivo del tifone Haishen

Dopo l’uragano Laura che ha seminato devastazione negli Stati Uniti, sono ora Russia e Giappone a fare i conti con la violenza di madre natura, questa volta sotto forma di tifoni. L’area orientale della Russia è stata investita dal tifone Maysak che ha provocato la morte di almeno tre persone oltre a dozzine di feriti. Venti di violenza impressionante hanno investito la zona di Vladivostok dove sono stati registrati i maggiori danni tra alberi sradicati, segnali stradali divelti, veicoli spostati ‘di peso’ o ribaltati e tetti scoperchiati. Sui social sono stati diffusi alcuni video amatoriali che mostrano la difficoltà delle persone nel muoversi a piedi: c’è chi è finito a terra e chi ha utilizzato pali della luce o cartelli stradali per evitare di essere trascinato via.

Stato di massima allerta in Giappone, schierati i soldati

Ben 22mila soldati sono stati schierato in Giappone per prepararsi all’arrivo del tifone Haishen il cui arrivo è previsto per le prossime ore e che, secondo le previsioni dei meteorologi, dovrebbe abbattersi sulle coste sudoccidentali del Paese. Il Ministro della Difesa giapponese Taro Kono, interpellato dall’emittente tv Nhk ha dichiarato: “Nel caso in cui dovesse accadere qualcosa, 22mila membri delle forze di autodifesa sono in stato di massima allerta. Le forze dovranno essere pronti a tutto e usare il massimo impegno,”. Le ricerche dei superstiti della nave cargo affondata nei giorni scorsi al largo delle coste sudoccidentali sono state interrotte per via dei forti venti. A bordo dell’imbarcazione vi erano 5.800 capi di bestiame e 43 persone.