Dietro l’identità misteriosa di Banksy si cela davvero Neil di Art Attack?

neil buchanan

Neil Buchanan risponde alla strana teoria che lo vedrebbe in qualità di volto misterioso di Banksy, lo street artist inglese la cui identità è ancora adesso sconosciuta.

È davvero Neil di Art Attack a celarsi dietro l’anonimato e a firmarsi con il nome di Banksy? Come al solito si tratta soltanto di voci e Buchanan le smentisce senza mezzi termini “Non c’è niente di vero in queste indiscrezioni”.

“Neil Buchanan non è Banksy”

Il conduttore televisivo e comico Neil Buchanan è conosciuto per aver condotto la versione inglese di Art Attack, che in Italia veniva invece presentato da Giovanni Muciaccia. Nel corso dello show Buchanan realizzava mastodontici disegni con i materiali più vari come vestiti, riso e sale.

Dopo le recenti indiscrezioni circolate negli ultimi giorni, Buchanan ha deciso di inserire un post nella home page del suo sito ufficiale in cui dichiara di non essere Banksy.

banksy

Nel sito si legge che durante il fine settimana appena trascorso sono state ricevute numerose richieste riguardo alla teoria circolata attraverso i social. Tuttavia, a causa della mancanza di infrastruttura non è stato loro possibile rispondere alle richieste ricevute singolarmente.

È per questo che è stata presa la decisione di smentire ufficialmente la correlazione tra Neil Buchanan e Banksy.

Da dove nasce l’assurda teoria

La teoria è scaturita dal tweet di un utente, Scouseman, che afferma che le opere di Banksy sono comparse in tutte le città in cui Buchanan ha suonato insieme alla sua bandMarseille’.

Il parere di questo utente è stato subito accolto con favore da tanti altri e la notizia è subito diventata virale, al punto da condurre appunto Buchanan a smentire ufficialmente.

LEGGI ANCHE => L’FBI ammette l’esistenza degli alieni? Spunta online il misterioso rapporto del 1947 declassificato quest’anno

La vera identità di Banksy resta, dunque, ancora un mistero irrisolto.