Lezione con brivido su Zoom: studentessa derubata da due uomini mascherati in diretta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:28

Un’ignara studentessa è stata derubata durante una lezione in diretta su Zoom. La scena è stata vista e registrata dai suoi compagni di classe.

Attimi di panico lo scorso 4 settembre in un’abitazione di Ambato (Ecuador) durante una sessione di didattica a distanza. La classe stava seguendo attentamente la lezione tenuta dall’insegnante quando, ad un tratto, gli studenti hanno notato una losca figura aggirarsi alle spalle dell’ignara compagna di classe. In casa della giovanissima studentessa, infatti, erano entrati due ladri, i quali, non accorgendosi che la ragazza stava seguendo la lezione su Zoom, hanno continuato a sgraffignare qualsiasi cosa si trovassero sotto mano.

Leggi anche ->Riunione su Zoom dai risvolti a luci rosse: funzionario del governo sorpreso a farlo con la segretaria

Alcuni studenti hanno cominciato a mandare messaggi all’insegnante, la quale non si era accorta della presenza dei due uomini mascherati alle spalle dell’alunna. Utilizzando la chat senza fare capire che avevano capito cosa stava succedendo, gli alunni hanno immediatamente segnalato alla polizia cosa stava accadendo. I ladri mascherati sono rimasti in video per ben 25  secondi, prima che uno di loro chiudesse i laptop della studentessa e se lo portasse come parte della refurtiva.

Leggi anche ->Coronavirus, condannato a morte su Zoom. Amnesty: “Condanna a morte sempre crudele e inumana, sia via Zoom sia in persona”

Ladri scoperti grazie ad una lezione in diretta: arrestati 4 sospettati

La prontezza degli studenti è stata fondamentale per prendere i ladri con il bottino ancora in mano. La polizia, infatti, ha fermato quattro persone sospettate di aver fatto parte della rapina in casa. Gli uomini avevano ancora addosso la refurtiva che corrispondeva a circa 4000 euro in monete e diversi oggetti di valore, tra cui il computer della studentessa ed una console da gaming.

A comunicare il buon esito dell’operazione è stata la stessa polizia ecuadoregna con un comunicato in cui si legge: “Durante questa operazione, membri dell’unità mobile sono stati mandati sul campo ed informati dell’accaduto una volta giunto sul luogo. Gli autori della rapina hanno lasciato il luogo del crimine su dei mezzi motorizzati e sono stati localizzati grazie al gps di uno smartphone che avevano rubato”.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!