Vincenzo De Luca è indagato per falso e truffa: “Favori ai suoi autisti” – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:57

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è indagato per falso e truffa , avrebbe fatto favori ai suoi quattro autisti

Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, è indagato per falso e truffa per la nomina di 4 vigili urbani di Salerno a ruoli di responsabilità nella Segreteria del Presidente della Giunta regionale.

L’inchiesta della Procura di Napoli è nata in seguito ad un incidente stradale che risale al 15 settembre 2017. L’auto di De Luca ha investito una ragazza di 22 anni a bordo di uno scooter.

Claudio Postiglione, dipendente della Polizia municipale di Salerno, era alla guida dell’auto di De Luca. L’allora consigliere regionale di Forza Italia Severino Nappi presentò un’interrogazione dove chiedeva di conoscere “le ragioni per le quali l’autovettura dell’ente in uso al presidente della Giunta risulti abitualmente condotta da personale diverso da uno dei circa 20 dipendenti in ruolo presso l’Amministrazione regionale inquadrati con mansioni di autista” e le disposizioni normative “in forza delle quali è consentita tale assegnazione a soggetti inquadrati e assegnati allo svolgimento di funzioni differenti che consentono l’attribuzione al dipendente pubblico in tale contesto di un trattamento economico corrispondente a quello di dirigente”.

Nappi chiedeva inoltre di conoscere “la rispondenza al vero che analoghe mansioni del Postiglione e analogo trattamento economico corrispondente a quello di dirigente siano stati attribuiti anche ai signori Gianfranco Baldi, Giuseppe Muro e Giuseppe Polverino, tutti dipendenti del Comune di Salerno con inquadramento nei ruoli della locale polizia municipale e tutti comandati presso l’Amministrazione regionale”.

L’ipotesi del pm è quella che ai quattro vigili urbani manchino i requisiti per la promozione ricevuta che ha aumentato la loro retribuzione. Al momento non c’è stato nessun provvedimento nei loro confronti, il pm sta esaminando la loro posizione.

Sara Fonte

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!