Coronavirus e karma: patriarca ortodosso che accusò i gay della pandemia affetto da Covid-19

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:21

Dopo aver definito il Covid-19 una “punizione divina” dovuta ai matrimoni omosessuali, il Patriarca ortodosso Filarete è stato contagiato dal virus.

L’arcivescovo ortodosso Filarete, di 91 anni, a capo della comunità ortodossa ucraina aveva dichiarato a marzo che la pandemia era dovuta ai matrimoni tra gay.

In seguito a un test di controllo il patriarca era risultato positivo e si trova attualmente in ospedale. Dalle informazioni riportate sul sito di notizie ucraino 112 International si apprende che al patriarca è stata diagnosticata una polmonite e che è risultato positivo al Coronavirus durante i test di controllo.

Dopo le dichiarazioni del patriarca dello scorso marzo, una comunità LGBT+ ucraina lo aveva citato in giudizio per le sue affermazioni.

LEGGI ANCHE => Flavio Briatore positivo al Coronavirus, come sta? Parla lui: “Sto bene, in superforma” – VIDEO

In seguito all’accaduto anche una portavoce dell’Amnesty International si era pronunciata dicendo “Queste dichiarazioni sono dannose perché rischiano di condurre a un aumento di attacchi, aggressioni, discriminazioni e violenze nei confronti di alcuni gruppi.

In risposta il Patriarcato aveva sostenuto la libertà di espressione del Patriarca ortodosso Filarete.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!