La drammatica vicenda di Teresa Scavelli, 46enne uccisa per salvare i bambini cui faceva da baby sitter

Teresa Scavelli

E’ riuscita a salvare i tre piccoli affidateli, ma ha perso la vita – assassinata da un giovane con problemi psichiatrici.

E’ la storia di Teresa Scavelli, 46enne originaria della Calabria ma da lungo tempo trasferitasi nel veronese dove viveva con il marito Salvatore Elia e i figli maggiorenni Simone, Giuseppe e Sarah.

La donna è stata uccisa nell’abitazione dove lavorava come governante e baby sitter, in Svizzera.

Solo l’intervento delle forze dell’ordine ha fatto sì che il bilancio non fosse ancora più drammatico.

L’aggressore – un cittadino svizzero – è stato ucciso dagli spari degli agenti sopraggiunti.

Purtroppo però per Teresa non c’era più nulla da fare.

L’omicidio è avvenuto alcuni giorni fa a San Gallo – cittadina nella Svizzera tedesca – ma da poco gli inquirenti hanno reso note le generalità della eroica baby sitter, capace di salvare la piccola affidatale e altri due bimbi che in quel momento si trovavano con lei.

Oggi a Palù (la cittadina in provincia di Verona dove si era trasferita da anni) si sono celebrati i suoi funerali.