Si avvicina troppo agli indigeni e viene colpito da una freccia. La tragica fine di un esperto di tribù

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:57

esperto tribù freccia Un massimo esperto delle tribù amazzoniche è stato ucciso da una freccia mentre cercava di salvare degli indigeni. 

Rieli Franciscato, 56 anni, è morto in una remota regione della foresta pluviale nello stato di Rondônia, a nord-ovest del Brasile.

L’esperto si trovava nella zona per monitorare la tribù Uru-Eu-Wau-Wau come parte del suo lavoro per l’agenzia indigena del governo Funai.

Probabilmente le tribù hanno scambiato l’esperto per uno dei tanti invasori che hanno devastato la foresta nei dintorni, mettendo a rischio la loro esistenza.

Alcuni testimoni hanno detto che il signor Franciscato e il suo gruppo sono stati presi di mira mentre si avvicinavano alla tribù.

“Ha estratto la freccia dal petto ma è crollato poco dopo”

L’esperto, accompagnato dalla polizia, ha tentato di rifugiarsi dietro un veicolo, ma è stato colpito al petto da una freccia.

Un poliziotto ha detto che il signor Franciscato è riuscito a rimuovere la freccia, che lo ha colpito sopra il cuore. “Ha gridato, ha estratto la freccia dal petto, ha corso per 50 metri ed è crollato, senza vita”, ha detto l’ufficiale al Daily Star Online.

Il fotoreporter locale Gabriel Uchida ha detto che Franciscato ha cercato di osservare la tribù conosciuta come il “gruppo isolato del fiume Cautario”.

Il giornalista, che ha anche assistito all’incidente, ha detto che normalmente le persone sono “un gruppo pacifico”, ma “questa volta c’erano solo cinque uomini armati”.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!