“Il coronavirus attacca le cellule del cervello”: nuovi studi propongono nuovi inquietanti dati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:05

Secondo alcuni nuovi studi sul Coronavirus, il virus letale potrebbe attaccare le cellule del cervello causando la morte dell’ospite.

In questi mesi complessi, ricercatori di  tutto il mondo hanno studiato il comportamento del coronavirus all’interno dei pazienti infetti per comprendere in che modo può essere contrastato. I sintomi finora più evidenti sono la febbre, la tosse, la polmonite ed infine la mancanza di respiro. Si è pensa dunque che il Covid-19 infetti i polmoni sino a farli arrivare ad una disfunzione e causare la morte per mancanza di respiro e quindi arresto cardiaco.

Leggi anche ->Coronavirus, Israele: nuovo lockdown per due settimane, è il primo paese che richiude tutto – VIDEO

Osservando i pazienti affetti da Covid-19, però sono stati osservati altri sintomi, come problemi all’intestino e al cervello. Chi è affetto da Coronavirus, infatti, prova uno stato confusionale, febbre e mal di testa e verso la fine della malattia anche perdita di olfatto e gusto. Tutti sintomi che sono compatibili con un’infezione al cervello. Sulla base di questa analisi sono molti gli specialisti che hanno ipotizzato che il Covid-19 possa causare la morte proprio attaccando il cervello.

Leggi anche ->Coronavirus, Zangrillo a Piazzapulita: “Berlusconi a marzo – aprile molto probabilmente sarebbe morto”

Coronavirus, studio ipotizza che il virus possa attaccare il cervello

covid nessuna mutazioneFino ad ora si è trattato solo di ipotesi prive di riscontri, ma un nuovo studio della Yale University prova proprio a dimostrarlo. Secondo i ricercatori il virus potrebbe attaccare le cellule del sistema nervoso e causare la morte dell’ospite. A spiegarlo in un’articolo scientifico pubblicato sulla rivista ‘Biorxiv‘ è l’autore dello studio Akiko Iwasaki: “Se il cervello viene infettato, possono esserci conseguenze letali”. Lo stesso Iwasaki, sottolineando come lo studio manchi di conferme, aggiunge: “L’invasione neurale, ma non l’infezione polmonare, è associata con la mortalità”. In sostanza il virus, attaccando il sistema nervoso centrale, farebbe mancare l’ossigeno alle cellule vicine causandone la morte.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!