Accoltella e uccide il nuovo fidanzato della ex: l’omicidio davanti al figlio di 4 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:34

uccide il nuovo compagno della exUn 26enne pregiudicato ha raggiunto il nuovo compagno della sua ex fidanzata e dopo una colluttazione lo ha accoltellato cinque volte, uccidendolo

Ha ammazzato il fidanzato della sua ex, il tutto davanti agli occhi del padre, della fidanzata e del figlio di 4 anni. Il dramma si è consumato nella nottata di ieri quando, intorno alle 3.30 un uomo pregiudicato di 26 anni, ha raggiunto la casa del nuovo compagno della ex per poi farlo scendere e accoltellandolo mortalmente con cinque fendenti al petto, alla schiena e all’addome. La vittima è Nicola Brescia, deceduto a Bitetto, in provincia di Bari: l’omicida ha ammesso i fatti dopo essere stato tratto in arresto, nel corso dell’interrogatorio condotto dalla pm di turno Savina Toscani, rivelando che dietro al folle gesto vi sarebbero ragioni di natura passionale. Nell’agguato sono peraltro rimasti feriti anche il padre della vittima, 50 anni, e la ragazza, ricoverati all’ospedale Di Venere di Carbonara e al San Paolo.

Feriti anche il padre della vittima e la compagna

L’assassino era venuto a conoscenza della nuova relazione della ex compagna. Per questo, appreso il nome del fidanzato, lo ha raggiunto sotto casa chiedendogli di scendere. Il primo ad arrivare è stato il padre del ragazzo deceduto, in seguito la vittima e la 22enne. I soccorritori hanno fatto di tutto per provare a rianimare il ragazzo che però era già morto; sono dunque stati soccorsi i due feriti mentre i carabinieri hanno avviato le ricerche dell’assassino, bloccato prima che rientrasse in casa. La ricostruzione dei fatti ha fatto emergere ulteriori dettagli: il figlio di 4 anni ha assistito all’omicidio mentre l’altra figlia della ex coppia, di 7 anni, si trovava con i nonni in un vicino comune.

La ricostruzione secondo l’avvocato dell’omicida

Domenico Pier Paolo Valerio, avvocato del 26enne, ha però sottolineato che l’uomo avrebbe raggiunto la casa della vittima disarmato per lasciare il figlio alla madre. La vittima avrebbe impugnato per prima il coltello. La decisione di recarsi presso il palazzo sarebbe nata dopo aver visto l’ex moglie in strada con il nuovo compagno e averle mandato una serie di messaggi per dirle che il figlio, che era con lui, voleva vederla. La discussione sarebbe iniziata con il padre della vittima, degenerando poi in una colluttazione mortale.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!