Medico positivo al Coronavirus lavora con febbre a 38,5: ricoverato e quattro contagiati

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:38

medico febbre alta covidHa continuato a lavorare in ospedale nonostante la febbre alta e, come si è scoperto in seguito, la positività al Coronavirus. Ora è ricoverato

La febbre aveva raggiunto i 38,5 gradi ma un medico in servizio nel reparto di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale Santi Antonio e Biagio di Alessandria ha continuato a lavorare fino a che le sue condizioni sono peggiorate rendendo necessario il ricovero immediato. Come si è appreso infatti il medico è risultato positivo al Coronavirus: è stata la stessa azienda ospedaliera a rendere noto il contagio nella giornata di ieri ma solo oggi è emerso che nonostante la febbre ben oltre i limiti ammessi l’uomo avrebbe continuato ad esercitare, come confermato dal quotidiano La Stampa. Secondo voci non confermate le condizioni dell’uomo dopo il ricovero sarebbero gravi e in seguito ai controlli effettuati sugli altri operatori del reparto sono stati confermati altri quattro casi di positività al Sars-Cov-2. Per tutti i contagiati sono immediatamente state avviate le procedure con, prima di tutto, l’isolamento domiciliare.

La dura reazione dell’assessore alla Sanità del Piemonte

Sul caso è intervenuto l’assessore alla Sanità del Piemonte Luigi Icardi che, all’Adnkronos ha dichiarato: “Se le indiscrezioni saranno confermate, saremo severi perché non possiamo giocare con la vita delle persone. Sulla vicenda ho già chiesto una relazione ai dirigenti sanitari dell’ospedale per capire come si sono svolti i fatti che dovrei ricevere nelle prossime, certo se le indiscrezioni di queste ore saranno confermate, non si tratterebbe solo di un problema ma si sarebbe creata una vera e propria situazione di pericolo che richiederebbe non solo un provvedimento disciplinare ma anche una segnalazione all’autorità giudiziaria”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!