Cosa significa Check, termine in voga sul web negli ultimi tempi?

Negli ultimi tempi sul web si è diffuso il termine “Check”, scopriamo cosa significa e quale valenza ha assunto nel corso del tempo.

Con la crescita di internet si è creato anche un nuovo vocabolario che prende spesso in prestito parole di uso comune e ne stravolge il significato. Un fenomeno che si verifica da tempo in piccoli gruppi di persone, in zone del mondo e in gruppi che hanno diverse fasce d’età. Questi vocaboli, dunque, potrebbero essere considerati alla stregua di neologismi, ma a differenza di questi non sono delle parole completamente nuove, bensì delle parole che assumono un nuovo significato dato dal contesto.

Leggi anche ->Cosa significa Cringe, termine in voga sul web negli ultimi tempi?

Oggi scopriamo qual è il significato del termine “Check” che sempre più spesso troviamo nelle chat whatsapp quando parliamo con chi è più giovane di noi. Sappiamo che si tratta di un verbo o di un  sostantivo di origine anglofona e che il suo significato originale è “Controllare, verificare”. La sua mutazione comincia su ‘Tik Tok‘ con dei video in cui dei soggetti mostravano un elenco di cose per certificare (e dunque controllare la validità) di uno status. Questo status, originariamente, era quello del benessere, tanto che i video in questione si chiamavano “Rich Boy Check” e mostravano oggetti (case, auto, vestiti etc) che certificavano lo status di “Ragazzo Ricco”.

Leggi anche ->Cosa significa Flame? Storia e significato del termine

Check, cosa significa il termine in voga sui internet

Con il passare del tempo l’etichetta check è stata utilizzata per fare video ironici contro i “Rich Boy Check” ed il termine ha cominciato a diffondersi anche in meme e altre piattaforme diventando virale. In Italia ad esempio, i giovanissimi lo utilizzavano per mostrare la propria appartenenza all’Italia, mostrando elementi tipici del nostro Paese come pasta, pizza o gestualità nostrane. Dalla semplice dicitura accanto al video, i ragazzi hanno cominciato ad utilizzare check anche nel parlato. Sia per intendere qualcosa di certificato sia come semplice intercalare.

Adesso è possibile che i ragazzi lo utilizzino al posto del pronome esclamativo “Che”, e che una frase come “Che giornata di Merda!” diventi “Giornata di merda check”. Il trend lessicale così generato potrebbe rimanere a lungo. A differenza di altri, infatti, è sopravvissuto alla moda del momento e tutt’oggi se cercate un #Check sui vari social vi spunteranno milioni di contenuti.