Orche assassine orchestrano un attacco coordinato alle navi: capitaneria iberica in allarme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

La capitaneria iberica ha lanciato un allarme alle imbarcazioni dopo che un gruppo di orche assassine ha attaccato diverse navi.

Le acque tra il Portogallo e la Spagna in questo periodo sono divenute insidiose per i marinai. Negli ultimi due mesi diverse imbarcazioni sono state attaccate da gruppi di orche assassine. Nei primi casi i feroci predatori hanno solo parzialmente danneggiato le navi, ma negli ultimi due hanno distrutto i loro timoni e ferito uno dei marinai. Un comportamento, quello delle orche che ha stupito anche gli studiosi, poiché mai prima d’ora c’era stato un attacco orchestrato in gruppo come quello subito dai marinai.

Leggi anche ->Squali bianchi in aumento per via dell’innalzamento delle temperature dell’oceano: effetti collaterali del Global warming

Questi giganteschi mammiferi che vivono solitamente in quello che viene chiamato  pod, un gruppo formato da una femmina i piccoli, femmine anziane e sterili ed un maschio adulto. Comunicano tra loro tramite onde sonore, motivo per cui hanno una specie di sonar sulla parte anteriore del muso. Ogni pod ha un suo particolare metodo di comunicazione e solitamente i segnali servono per coordinare la caccia. Le orche assassine si nutrono principalmente di foche, pinguini e persino balene.

Leggi anche ->Misterioso ritrovamento: orca muore a 25 metri di distanza dal mare

Orche assassine attaccano le navi, in allarme la capitaneria iberica

Come spiegato sopra gli attacchi alle navi sono diventati via via più violenti. Lo scorso 30 agosto il pod ha attaccato un imbarcazione francese e successivamente una  nave spagnola. Questo secondo attacco è stato particolarmente violento, ha causato la rottura del timone e costretto il Capitano a dirigersi verso il porto più sicuro. Una cosa simile si è verificata lo scorso 11 settembre: questa volta le orche hanno attaccato una nave inglese. Durante l’attacco hanno frantumato il timone e ferito un membro dell’equipaggio.

I continui attacchi ai danni delle navi che circolano per i mari iberici ha costretto la Capitaneria di porto di Gibilterra ha lanciare un allarme a tutti coloro che transitano dalla zona. Adesso i marinai sono consci del fatto che possono essere attaccati dalle orche e gli viene consigliato di tenersi a distanza una volta che le avvistano.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!