Padre uccide il figlio durante la notte, schiacciato nel letto: dramma causato dalla marijuana?

Un padre ha ucciso inavvertitamente il figlio girandosi nel letto e schiacciandolo durante la notte: è stata colpa della marijuana assunta prima di dormire?

Una tragedia immane ha sconvolto e segnerà per sempre la vita di Brooklyn Newton, giovane padre di Blackpool (Lancashire, Inghilterra). La notte tra il 5 ed il 6 settembre l’uomo si trovava in casa da solo con i due figli, che aveva messo a letto entrambi intorno alle 22. Con i figli ormai nel pieno del sonno, l’uomo è andato in salone e si è fatto una canna. Intorno a mezzanotte e mezza Brooklyn, stanco dalla lunga giornata, si è coricato nel letto matrimoniale insieme ai due bambini.

Leggi anche ->Bimbo di appena 30 giorni muore schiacciato nel letto dei genitori: una famiglia straziata

Il mattino seguente l’uomo si sveglia e si rendo conto che il bimbo non respira. Il piccolo, inoltre, presentava un grumo di sangue attorno al naso. Il padre corre per l’appartamento e chiama i soccorsi, nell’attesa del loro arrivo pratica il massaggio cardiaco al figlio, con la speranza di farlo respirare nuovamente. I paramedici capiscono che non c’è tempo da perdere e lo portano al Victoria Blackpool Hospital, dove però viene dichiarato morto.

Leggi anche ->Torino, bimba di due mesi muore “schiacciata” dalla madre. Inutili i soccorsi

Padre schiaccia il figlio nel sonno e lo uccide: colpa della Marijuana?

Dagli esami sul corpo del bambino è emerso che è morto per soffocamento. Il padre, durante la notte, si è girato e lo ha schiacciato, impedendogli di respirare. L’uomo è stato indagato per omicidio colposo, un atto dovuto per effettuare gli esami, come dimostra il fatto che la polizia ha archiviato il caso come incidente. Nel sangue del padre sono state trovate tracce di cannabis e di altri farmaci, ma le quantità non erano alte. Non a caso non è stata emessa nessuna denuncia e nessun arresto.

La marijuana fumata dall’uomo, dunque, non è stata considerata una concausa dell’incidente. L’incidente si è verificato perché l’adulto ha dormito nello stesso letto del bambino, una pratica che è considerata non sicura e che tutti i pediatri sconsigliano. Il padre e sua moglie sapevano che era un rischio, tuttavia, avevano l’abitudine di dormire con i figli spesso.