Precipitano per 30 metri alla ricerca dello scatto perfetto: selfie fatale per due giovani

Monique Madeiros e Bruna Vellasquez, selfie

Volevano scattarsi un selfie assieme in cima alla cascata di Salto Caveiras a Lages, in Brasile, ma sono morte precipitando per oltre 30 metri.

La tragedia è avvenuta domenica scorsa ma è stata riportata quest’oggi da Dagospia, che ha rilanciato la notizia riportata da Il Messaggero.

Bruna Vellasquez, 18 anni, e Monique Medeiros, 19 anni, sono le protagoniste di questa drammatica vicenda che ha visto tramutare una gita presso una bellezza naturalistica in una terribile tragedia.

Secondo le prime ricostruzioni una delle due giovani avrebbe perso l’equilibrio mentre l’altra sarebbe scivolata, precipitando nel tentativo di salvarla.

Bruna è quindi stata trovata morta dai soccorritori, che nulla hanno potuto fare, mentre Monique è morta poco dopo il suo arrivo in ospdeale: trasportata in elicottero nella struttura sanitaria, è spirata a causa di un grave trauma cranico.

Secondo quanto riportato, le due giovani – insieme ad altri amici – si sarebbero addentrate in un’area vietata ai visitatori.

Un’area che, nonostante i divieti, vede il transito di molte persone.

La speranza è che questo dramma possa essere di monito per altra gente e che nessuno sia vittima di ulteriori incoscienze.