Vuole un maschio dopo cinque bimbe, padre sventra la moglie per controllare il sesso del nascituro

L’uomo, identificato unicamente come Pannalal, ha commesso la brutale aggressione lo scorso 19 settembre a Budaun, nello stato indiano settentrionale dell’Uttar Pradesh

In India, nello stato settentrionale dell’Uttar Pradesh, un padre di 5 bambine ha squarciato la pancia della moglie per vedere di che sesso fosse il bambino che stava per nascere. Secondo quanto riferito dai parenti l’uomo avrebbe compiuto il barbarico atto perché era disperatamente in cerca di un figlio maschio dopo la nascita di 5 figlie femmine.

La donna e il bambino sono in grave pericolo di vita

Pravin Singh Chauhan, un alto funzionario di polizia, ha detto alla rete di notizie NDTV che la donna incinta è stata gravemente ferita. Secondo quanto riferito l’aggressore avrebbe utilizzato un oggetto molto appuntito per tagliare l’utero della donna, che è stata immediatamente condotta dalla gente del posto nell’ospedale di Bareilly.

Attualmente sia lei che il bambino che porta in grembo sono in grave pericolo di vita e i medici non sono in condizione di stabilire se riusciranno o meno a sopravvivere dopo il terribile incidente, avvenuto mentre la donna era incinta di circa 6/7 mesi. Pannalal è attualmente detenuto in custodia cautelare.

Secondo quanto riferito dall’Asian Center for Human Rights, un’organizzazione non governativa con sede a Delhi, l’India è il Paese con uno dei più alti tassi al mondo di infanticidio di bambine, in quanto sfavorite rispetto ai figli maschi, i prediletti dalla cultura indiana. Il centro per i diritti umani ha riferito che le famiglie, una volta a conoscenza del fatto che il nascituro sarà di sesso femminile, abortiscono: “I figli aumentano la ricchezza e la proprietà della famiglia mentre le figlie la drenano attraverso la dote. I figli continuano il lignaggio familiare mentre le figlie vengono sposate con un’altra famiglia. I figli svolgono importanti ruoli religiosi e i figli difendono o esercitano il potere della famiglia, mentre le figlie devono essere difese e protette, creando un peso sulla famiglia”

Ma non solo: sono veramente tantissimi i casi di stupro ai danni di bambine molto piccole e, in generale, di donne di tutte le età, compresa una donna di 86 anni che recentemente è stata abusata sessualmente. 

Leggi anche -> Donna di 86 anni violentata mentre andava a comprare il latte: la vicenda scuote l’India

Leggi anche -> Bimba di 3 anni stuprata e uccisa: è l’ultimo atto di una faida tra due famiglie indiane

Leggi anche -> La confessione dell’ex stella del surf: “Rapita e violentata per due mesi in India”

Leggi anche -> Grande paura per le tensioni internazionali: uccisi tre soldati indiani sulla linea di confine con la Cina