16enne viene accoltellato ripetutamente per aver perso di vista il cane randagio adottato con gli amici

L’adolescente ha dovuto subire un intervento chirurgico di 16 ore e oltre due mesi e mezzo di terapia prima di soffrire di un esaurimento nervoso per il trauma subito

Il Rye Park dove è avvenuta l’aggressione

Braydon Hall, 20 anni e Jake Grainger, 18, sono stati condannati per aver attaccato selvaggiamente un 16enne accoltellandolo 11 volte a seguito di una lite riguardante un rottweiler scomparso.

Il brutale attacco per futili motivi

La vittima ha dovuto subire un violentissimo attacco da parte dei due teppisti, che hanno accoltellato il 16enne allo stomaco, alla schiena, alle natiche e infine, la più pericolosa, è stata la coltellata inferta al collo che è riuscita a penetrare attraverso tutta la gola fuoriuscendo dall’altra parte. Il giudice Michael Kay QC ha dichiarato: “L’accoltellamento alla gola della vittima è stato molto vicino all’uccisione totale. L’attacco è stato frenetico, aggressivo e insensato”.

La vittima e gli aggressori bighellonavano di solito nel centro di Hoddesdon, dove avevano trovato un Rottweiler randagio decidendo di “adottarlo”. Uno degli aggressori, Braydon Hall, aveva chiesto alla vittima di prendersene cura durante la notte, ma il cane è fuggito. Il giorno dopo Hall, Grainger, un complice e la vittima sono stati visti dirigersi verso il Rye Park. La banda di aggressori, una volta giunti nel parco, ha condotto la vittima 16enne in un luogo appartato dove poi è stato aggredito. Il ragazzo è stato fortemente segnato dall’incidente dopo il quale ha avuto un crollo nervoso molto forte oltre che a riscontrare danni fisici duraturi.

Hall, Grainger e il loro complice di 18 anni, che dovrebbe essere condannato per rapina in relazione all’accoltellamento, sono stati ripresi dalla telecamera a circuito chiuso e sono stati identificati dalla polizia. Hall ha confessato di aver ferito la vittima intenzionalmente e di essere in possesso del coltello con il quale l’aggressione è avvenuta. Dopo la sua confessione è stato condannato ad 11 anni di detenzione. Anche Grainger ha confessato di aver agito intenzionalmente come complice di Hall: a lui sono stati dati sei anni e sei mesi di reclusione all’interno di un istituto per giovani delinquenti.

Leggi anche -> Ragazzino autistico 14enne si allontana da casa e scompare: trovato morto dopo ore di ricerche

Leggi anche -> 12enne segregato in una stanza per anni fino alla morte: “Pesava solo 20 chili”

Leggi anche -> Drammatico epilogo per la vicenda della 14enne scomparsa nello Yorkshire: trovato corpo esanime