Concita De Gregorio contro Sallusti che la chiama per nome, la presa di posizione di Feltri

Sallusti De Gregorio

Vittorio Feltri interviene nella discussione tra Concita De Gregorio e Sallusti “più che altro Concita si sente conciata, male“.

Vittorio Feltri esprime il suo parere su Libero Quotidiano, in merito alla discussione nata tra i due giornalisti: Concita De Gregorio e Alessandro Sallusti, nata qualche giorno fa in diretta tv su La7.

Nel corso del programma DiMartedì, condotto da Giovanni Floris, i due si erano scontrati dopo che Concita De Gregorio aveva fatto notare a Sallusti che si rivolgeva agli altri colleghi per cognome e chiamava solo lei per nome.

Vittorio Feltri si dimette dall'Ordine dei giornalisti

Vittorio Feltri esprime il suo sostegno nei confronti dell’amico e collega Sallusti, affermando che i suoi non sono stati affatto insulti nei confronti della collega.

LEGGI ANCHE => La De Gregorio contro Sallusti a DiMartedì: “Non puoi chiamarmi Concita, perché io non ti chiamo Alessandro”

Lo stesso Feltri, motiva le sue ragioni e anzi accusa le personalità della politica e del mondo del giornalismo di soffrire di un “complesso di superiorità“, specialmente se si tratta di “personaggi di sinistra“.

Chi è stato trinariciuto” continua Feltri “rimane tale a vita e si compiace del proprio vergognoso passato“.