Dozzine di uccelli stramazzano al suolo sulle strade russe: nascono teorie complottiste

misterioso episodio sulle strade russeCosa ha provocato la morte di numerosi volatili deceduti sulle strade della città di Balakovo? Il video diventa virale nel mondo

Dozzine di uccelli morti sulle strade russe. È uno scenario a dir poco apocalittico quello al quale hanno assistito decine di automobilisti che si sono trovati davanti i corpi di una miriade di volatili stramazzati a terra per ragioni al momento sconosciute. Un episodio che ha aperto le porte ad una serie di teorie più o meno veritiere sulla loro morte, tirando in ballo dai fuochi d’artificio al 5G, dalle emissioni nocive delle fabbriche alla centrale nucleare. Certo è che le immagini degli uccelli deceduti non sono rimaste confinate in territorio russo, condivise un po’ ovunnque nel mondo. Nel filmato più diffuso si vedono, su una strada russa della città di Balakovo, decine di carcasse di volatili deceduti per ragioni inspiegabili. In questa località è presente una grande centrale nucleare che molti ritengono possa essere la causa principale dell’episodio.

Le possibili ipotesi per spiegare la loro morte

Un post è stato pubblicato sulla pagina del social network russo VK, sostenendo che i residenti della località, che si trova ad un migliaio di chilometri a sud di Mosca, nella regione di Saratov, si sarebbero trovati davanti dozzine di uccelli morti e avrebbero iniziato a domandarsi a cosa ciò potesse essere dovuto. Sull’incidente sta indagando il dipartimento veterinario di Saratov. C’è anche chi sostiene che un’ondata di influenza aviaria potrebbe aver provocato l’improvvisa morte degli uccelli e chi ritiene che i veterinari di Saratov non siano sufficientemente competenti per un’indagine di questo tipo. Tra le altre ipotesi in campo, fenomeni naturali come la collisione accidentali di due stormi o forti venti, l’espolosione di fuochi d’artificio o emissioni delle fabbriche.