Tra infedeltà e delitti, il racconto della De Blanck: “Uccisero il mio Farouk perchè scelse me”

de blanck omicidio faroukIl prossimo 9 novembre Patrizia De Blanck compirà 80 anni. 

Attualmente è concorrente del Grande Fratello VIP, ma prima di entrare nella Casa più famosa d’Italia la De Blanck ha rilasciato un’interessante intervista al settimanale Oggi, riportata anche dal sito Dagospia.

La contessa, che era uno dei personaggi più noti della Roma dell’epoca, si ritrovò coinvolta in un caso di cronaca molto delicato: l’omicidio di Farouk Chourbagi, nel 1964, fidanzato proprio con la De Blanck.

“Fu trovato morto una mattina dalla segretaria nel suo ufficio laterale a via Veneto, ucciso con quattro colpi di pistola e con il viso sfigurato con l’acido – racconta la De Blanck – Quell’acido era destinato a me. A ucciderlo fu una sua amante egiziana (Claire Bebawi, ndr) con la complicita del marito”.

“Sordi? Non un grande amatore, ma che uomo divertente”

Il movente dell’omicidio era quindi sentimentale. “Farouk l’aveva lasciata per me. Uno scandalo che fini su tutte le prime pagine dei giornali – spiega la contessa – Io la sera dell’uccisione ero a un ballo, lui doveva raggiungermi. Non arrivò mai”.

Nel corso dell’intervista, Patrizia De Blanck parla anche del suo “flirt” con Alberto Sordi. Per la contessa, l’intesa romantica con Albertone è durata per tutta la vita.

“Non è mai finita, ci siamo sentiti sempre – afferma la De Blanck – Ci siamo conosciuti a villa De Laurentiis in Costa Azzurra, ma la nostra storia è nata a Londra. Sotto le lenzuola non era un grande amatore, ma era un uomo divertente. E poi io ero un’infedele seriale”.