Bomba del New York Times su Trump: “10 anni senza pagare le tasse, nel 2016 solo 750 dollari”

Lo scoop del New York Times arriva come una bomba a cinque settimane dalle elezioni presidenziali. Per il Tycoon si tratta di “fake news”

Donald Trump ha pagato solo 750 dollari di tasse nel 2016, anno in cui è stato eletto presidente, ma non solo: stessa cifra l’anno dopo e zero tasse pagate nei dieci anni precedenti al 2016. La bomba è stata lanciata dal New York Times: “Le tasse del presidente”, hanno titolato l’anteprima della notizia che domani, certamente, avrà la prima pagina sul cartaceo.

Gli enormi conteziosi con il fisco americano

“Non ha pagato alcuna imposta sul reddito in 10 dei 15 anni precedenti, in gran parte perché aveva dichiarato al fisco di aver perso molto più denaro di quello che aveva guadagnato”, si legge nell’articolo firmato da Russ Buttner, Mike McIntire e Susanne Craig, quest’ultima nota a New York come autrice dell’indagine sulla ricchezza di Trump e per aver ricevuto anonimamente la dichiarazione dei redditi del 1995 del tycoon.  Secondo la documentazione ottenuta dal New York Times, Trump sarebbe assalito da “centinaia di migliaia di milioni di dollari di debiti dovuti che ha personalmente garantito”, oltre che ad avere una serie di problematiche con il fisco relative ai tentativi della Trump Organization di aggirarlo attraverso una serie di operazioni di storno.

La rogna peggiore da gestire, per Trump, è infatti proprio la battaglia con l’Internal Revenue Service, l’agenzia governativa finalizzata alla riscossione tasse e con la quale il tycoon ha un contenzioso riguardante la liceità di un rimborso fiscale che ammonta a 72,9 milioni di dollari, soldi che il Presidente avrebbe ricevuto dichiarando di aver subito enormi perdite di denaro. Come riportato dal NYT, qualora vi fosse una sentenza negativa, potrebbe costargli più di 100 milioni di dollari.

Secondo il quotidiano della grande mela il tycoon, oltre agli enormi introiti,avrebbe avuto anche perdite emorragiche di denaro che fanno sì che in questo momento più che mai  dipenda nel fare soldi da aziende che entrano in palese conflitto di interessi con il suo ruolo di Presidente degli Stati Uniti.

“I cittadini devono sapere il più possibile dei loro leader. Conoscere le loro priorità, le loro esperienze e sì: pure le loro finanze” ha dichiarato Dean Baquet, il direttore del quotidiano.

Trump: “sono tutte fake news”

La reazione del tycoon è arrivata subito dopo la pubblicazione dell’articolo online, definendo le affermazioni dei giornalisti “fake news”: “È una notizia falsa, totalmente inventata. Ho sempre pagato le tasse. Il fisco ce l’ha con me: da tempo mi trattano molto male. Sapevo che stavano preparando una storia negativa su di me. Eccola. Era prevedibile. Ed è falsa”, ha dichiarato il Presidente, i cui veri introiti, però, sono ancora un mistero.