I casi di coronavirus aumentano, ma i bar e i pub sono pieni di studenti. “I sintomi? Molto simili alla sbornia”

studenti coronavirus newcastleGli studenti universitari vanno nei locali e continuano la loro vita come se niente fosse anche con i sintomi del Covid-19. 

E’ la situazione raccontata da altri studenti della Northumbria University, l’Ateneo di Newcastle, nel Regno Unito. Nonostante il forte aumento di casi in tutta la regione, molti giovani continuano a non rispettare le regole mettendo a rischio l’intera comunità.

Alcuni studenti si sono giustificati dicendo di non aver subito riconosciuto i sintomi del virus, ritenuti molto simili a quelli dell’hangover, ovvero del mattino successivo ad una sbornia.

L’università ha confermato venerdì che 770 studenti sono risultati positivi al Covid-19 e 78 sono sintomatici: lo riporta il Mirror.

Bar e pub di Newcastle pieni di giovani nel weekend

Il virus può diffondersi silenziosamente tra i giovani, che secondo gli scienziati hanno meno probabilità di ammalarsi gravemente. Tuttavia, il timore è che i giovani possano contagiare gli anziani e le persone vulnerabili, ed è per questo che la riapertura delle università sta scatenando molte preoccupazioni.

Le attuali restrizioni locali hanno lo scopo di impedire alle persone che vivono a Northumberland, Newcastle, Gateshead, North Tyneside, South Tyneside, Durham e Sunderland di socializzare con altre persone al di fuori della propria famiglia. Tuttavia le immagini durante il fine settimana hanno mostrato i pub e i bar di Newcastle pieni di giovani.