Uccide sua moglie, la decapita e va in polizia per costituirsi. Sospettava un tradimento con un vicino

donna decapitata Un marito geloso ha decapitato la moglie solo per averla vista parlare con il vicino.

Kinnar Yadav, 40 anni, sospettava da tempo che sua moglie Vimla, 35 anni, gli fosse infedele: lo riporta il Daily Star Online.

Alcuni residenti di Baberu, nella regione indiana di Banda, avevano detto all’uomo che la sua compagna aveva una relazione con Ravikant Yadav, che vive a poca distanza dalla coppia.

Venerdì mattina Kinnar è uscito per fare una passeggiata. Quando è tornato a casa, ha visto sua moglie Vimla che chiacchierava con Rakivant.

Stando a quanto riportato dalla polizia locale, sembra che la donna volesse semplicemente comprare un bufalo. Ma alla vista dei due il 40enne ha perso la testa.

L’uomo si è recato in polizia per costituirsi

L’uomo ha afferrato un’ascia e ha aggredito l’altro uomo, ferendolo prima che riuscisse a fuggire.

Poi si è scagliato contro sua moglie, uccidendola e decapitandola. I due figli della coppia, Bhagat e Prahlad, in quel momento non erano a casa.

Gli agenti dicono che Kinnar ha preso la testa della moglie e ha camminato per quasi 3 km fino alla stazione di polizia più vicina per costituirsi.

L’altro uomo ferito è stato soccorso e ricoverato in ospedale. Le sue condizioni sono stabili.