Orrore in India: 7 uomini abusano una madre dopo aver strangolato il figlio di 5 anni

Secondo il padre della vittima a violentare la donna sarebbero stati due uomini noti e cinque sconosciuti. Il corpo senza vita del figlio è stato ritrovato in uno stagno accanto a quello della madre in stato di shock

Un’altra terribile e ignobile violenza è avvenuta in India, a Buxar, dove un gruppo di sette uomini ha abusato di una madre 28enne dopo aver strangolato a morte il figlio di cinque anni davanti agli occhi di lei. 

La donna e il bambino ritrovati vicino uno stagno

A segnalare questa indescrivibile vicenda alla polizia è stato il padre della vittima, che si è immediatamente messo a ricerca la figlia non vedendola tornare dalla banca dove si era recata. Dopo una ricerca i membri della sua famiglia hanno fatto la scoperta più atroce che una famiglia possa fare: la vittima è stata ritrovata riversa accanto ad uno stagno all’interno del quale c’era il figlio senza vita, ucciso proprio davanti agli occhi di sua madre.

Secondo quanto riferito dai media locali, la donna attualmente si trova presso il Sadar Hospital. Il sovrintendente di Buxar, Neeraj Kumar Singh, ha dichiarato che è avvenuto un arresto in relazione all’incidente: si tratta di Meena Ram, di 50 anni, attualmente in custodia cautelare presso la polizia. Ora si sta cercando un secondo accusato, Bhola Ram, che sta tentando in tutti i modi di evadere l’arresto. 

Singh ha dichiarato: “Sono in corso i raid per arrestare tutte le persone coinvolte nel crimine. La visita medica della donna è stata condotta da un collegio di medici e siamo in attesa del rapporto”. Come riportato dal Times of India, la donna farà la sua dichiarazione presso la corte del magistrato il prossimo lunedì. 

La donna, che non aveva buoni rapporti con il marito, viveva con il figlio presso la casa dei genitori. Secondo quanto riferito dal padre recentemente l’uomo si è presentato a casa loro chiedendoli di convincere la donna a tornare da lui.

L’aberrante diffusione degli stupri in India

Sembra ormai quasi impossibile tenere il conto delle vittime che subiscono violenza sessuale in India, la quale spesso è aggravata da ulteriori atti ignobili e violenti, come in questo caso. Gli aggressori non si fermano davanti a niente, abusando di bambine piccolissime, madri, donne anziane e non in grado di difendersi. Swati Maliwal, capo della Delhi Commission for Women (DCW), in occasione di un caso di stupro avvenuto ai danni di un’anziana signora di 86 anni, ha dichiarato alla BBC: “Da una bambina di sei mesi a una donna di 90 anni, nessuno è al sicuro a Delhi”. 

Leggi anche -> Donna di 86 anni violentata mentre andava a comprare il latte: la vicenda scuote l’India

Leggi anche -> Bimba di 3 anni stuprata e uccisa: è l’ultimo atto di una faida tra due famiglie indiane

Leggi anche -> La confessione dell’ex stella del surf: “Rapita e violentata per due mesi in India”

Leggi anche -> Orrore in India, ancora violenze su minori: bimba di 7 anni rapita, violentata e pugnalata agli occhi

Leggi anche -> 25enne sopravvive allo stupro, ma prima del processo ai suoi aguzzini viene arsa viva: la giovane non ce l’ha fatta

Leggi anche -> Ragazzina stuprata da cinque uomini mentre è in ospedale: choc in India