Coronavirus negli allevamenti di visoni: la Danimarca si prepara ad abbatterne un milione

visone

In Danimarca si dovrà procedere all’abbattimento di oltre un milione di visoni, a causa della diffusione del Coronavirus negli allevamenti. 

La scoperta di focolai di infezione da Coronavirus nei visoni di allevamento, ha dato via all’inizio dell’abbattimento dei capi. La Danimarca è uno dei paesi in cui hanno sede i maggiori allevamenti di visoni di tutto il mondo.

Il primo visone affetto da coronavirus è stato registrato in Olanda, e da allora sempre più casi sono stati riscontrati anche in altri paesi, non solo europei, ma anche negli Stati Uniti.  Nello Utah, infatti, ad agosto sono stati confermati i primi casi, e ad oggi, come riferito dal ‘The Guardian‘, si registrano più di dieci mila capi morti a causa del virus. Nei visoni il coronavirus si manifesta con sintomi simili a quelli umani, con problemi respiratori.

Focolai di coronavirus negli allevamenti: la situazione in Danimarca

A causa della grave ed estesa diffusione del virus, che sta interessano oltre 41 allevamenti, a cui se ne aggiungono altri 20 stimati, il governo danese ha disposto l’abbattimento dei visoni.

visone

Le procedure di abbattimento interesseranno oltre un milione di capi. Dovranno essere soppressi, infatti, non solo i capi dove si sono verificati o si sospettano casi dell’infezione, ma la procedura sarà estesa anche a tutti gli animali nelle vicinanze. Ciò significa che anche i capi apparentemente sani che si trovano nel raggio di 8 chilometri, saranno abbattuti.

LEGGI ANCHE => Coronavirus, allarme per i rifiuti della pandemia: trovato un pinguino con una mascherina nello stomaco

Come dichiarato dal ministro dell’ambiente, Mogens Jensen, attraverso una conferenza stampa, la decisione non è stata presa a cuor leggero, ma era necessaria. “È la cosa giusta da fare” ha affermato Jensen, aggiungendo “anche se è triste sia per gli animali sia per gli esseri umani“.

Le perdite economiche e le proteste degli allevatori

In Danimarca, il mercato delle pellicce di visone è in media di 1,1 miliardi di euro in un anno, con più di 1500 allevamenti e circa 17 milioni di pellicce prodotte.

visoni abbattimento Danimarca

La pandemia, quindi, minaccia l’economia di tutto il settore, che, con i soli allevamenti danesi ricopre il 40% dell’intera produzione a livello mondiale. Per questo, come dichiarato anche dal presidente dell’associazione degli allevatori in Danimarca, Tage Pedersen, tra i lavoratori regnano “grande incertezza e frustrazione“.