Il peto della discordia: autista uber cambia i connotati a un passeggero che aveva deciso di “cambiare aria”

Autista Uber caccia il passeggero che ha petato nell’auto, questo lo aggredisce e lui gli cambia i connotati.

Ci sono momenti in cui chiunque si è trovato in una situazione di forte imbarazzo per non essere riuscito a trattenere l’aria che aveva nello stomaco. Nessuno in contesti lavorativi o scolastici vorrebbe mai che succedesse una cosa simile, ma ci sono giorni in cui la giornata è così frenetica da non permetterti di dedicarti come dovuto a te stesso e quindi di poter incappare in un incidente. Qualcosa di cui solitamente si tende a ridere, ma non è questo il caso del povero Aleksander Bonchev.

Leggi anche ->“Che puzza”: la fidanzata non apprezza l’odore del peto e lui cerca di strangolarla

L’uomo, 35enne di origini bulgare, lavorava come autista Uber in Inghilterra ed una sera ha risposto alla chiamata di tre ragazzi che volevano andare in un locale notturno. Uno di loro, decisamente ubriaco si è lasciato andare un peto, un’azione che l’autista ha trovato offensiva e per la quale ha chiesto al passeggero di lasciare il veicolo. Questo, però, non era intenzionato a lasciarlo e lo ha colpito con un pugno in testa.

Leggi anche ->Uccide le zanzare nel raggio di 10 km: uomo viene studiato per le proprietà del suo peto killer

Autista Uber perde il lavoro dopo una lite dovuta ad un peto

Inferocito per quel gesto, l’autista è sceso dal veicolo ed ha ingaggiato una rissa con il passeggero. L’uomo è riuscito a mettere a terra il ragazzo ubriaco dandogli un pugno in faccia e la rissa si è conclusa grazie ad una ragazza che ha convinto il giovane a lasciar perdere. Il pugno rifilato al cliente, però, ha causato la rottura di un dito e lo ha costretto a non lavorare. Con il passare dei giorni si è reso conto di non potersi permettere l’affitto dell’auto, dunque ha deciso di tornare in Patria per ricominciare da un nuovo lavoro.