Una donna di 30 anni è morta a causa del Covid poco prima che l’aereo decollasse

Una donna di 30 anni è morta sul sedile dell’aereo poco prima che decollasse. Dai controlli è risultato che aveva il Covid-19.

Tragedia a bordo di un areo in partenza da un aeroporto del Arizona. Una donna in attesa che il volo decollasse è spirata poco prima della partenza. La notizia è stata confermata anche dalla compagnia di trasporto e dalle forze dell’ordine. Al momento non è stata fornita l’identità della vittima, ma si sa che aveva appena 30 anni e che era residente a Garland (Texas). Il giorno in cui è deceduta si trovava in Arizona e stava facendo ritorno a casa.

Leggi anche ->Amante del fitness e “negazionista”, si ammala di coronavirus. Muore a soli 33 anni

L’incidente si è verificato lo scorso 25 luglio, ma solo nei giorni scorsi gli esami effettuati post mortem hanno svelato che la causa della morte è legata all’infezione da Coronavirus. Nessuno sa se la donna fosse a conoscenza di essere stata contagiata o se al momento del decesso fosse totalmente ignara.

Leggi anche ->Coronavirus, quasi 12.000 nuovi contagi. Da Verona: “Qui è peggio che a marzo. Serve il personale”

Donna muore di Covid su un areo: “Questo dimostra che nessuno è invincibile”

I risultati degli esami sono stati letti nel corso dell’udienza aperta sul caso di decesso sul volo. Il giudice che presiedeva ha voluto commentare: “Ci ricorda che il covid non ha restrizioni d’età. Vorrei fortemente incoraggiare le persone di non pensare di essere invincibili al covid solo perché non appartengono alle fasce più a rischio”. La contea di Dallas, in un comunicato sulla vicenda, ha comunque comunicato che la donna aveva delle malattie pregresse che la rendevano un soggetto a forte rischio di contagio.