“Gli omosessuali hanno diritto alla famiglia”: Papa Francesco dice sì alle unioni civili

Nell’intervista per il film documentario su di lui Papa Francesco si apre alle unioni civili, in una dichiarazione senza precedenti

Attraverso una dichiarazione storica che cambierà per sempre il volto del cristianesimo, Papa Francesco apre alle unioni civili fra persone omosessuali. In un’intervista rilasciata al regista americano Evgeny Afineevsky in vista del film documentario “Francesco”, il Papa si è detto favorevole ad una legge che consenta agli omosessuali di avere una famiglia.

“Gli omosessuali hanno il diritto di far parte di una famiglia”

L’agenzia statunitense Catholic News Agency ha riportato le parole di Papa Francesco, che riconosce la necessità che le coppie formate da persone dello stesso sesso siano “coperte legalmente”: “Gli omosessuali hanno il diritto di far parte della famiglia. Sono figli di Dio e hanno diritto a una famiglia” ha affermato il pontefice, aggiungendo “Nessuno dovrebbe essere buttato fuori, o essere reso infelice a causa di questo”. Un’apertura storica e senza precedenti, in aperto contrasto con la dottrina della Chiesa, che ha suscitato clamori in tutto il mondo cristiano. Le dichiarazioni di Papa Francesco arrivano dopo un lungo ed articolato percorso della Chiesa su questo punto quanto mai importante e delicato: più volte si è parlato del bisogno di fornire una cornice giuridica entro la quale le coppie dello stesso sesso possano ufficializzare le loro unioni, senza tuttavia andare a sovrapporre tali scelte con l’istituto del matrimonio e senza alterare le legislazione in materia di genitorialità.

I commenti alle dichiarazioni del Papa

Il filosofo Gianni Vattimo, cristiano ed omosessuale, ha espresso il suo apprezzamento per le parole del pontefice, che potrebbero dare una svolta reale alle unioni civili: “Ho sempre difeso questo Cristianesimo aperto e inclusivo”, ha commentato Vattimo, ritenendo necessario “abbandonare l’idea che esista nel nostro mondo una metafisica assoluta che permetta all’uomo di pensare e giudicare tutto superbamente dal punto di vista di Dio“.

Dall’altra parte, però, non tutti sembrano vedere di buon occhio le dichiarazioni del Pontefice: fra i primi ad esprimersi negativamente c’è il filosofo e politico Marcello Pera, ex presidente del Senato e appartenente a Forza Italia, che afferma “se la sopravvivenza dell’occidente è legata alla salute della chiesa cristiana, allora Papa Bergoglio ci manda tutti a fondo“.

Leggi anche -> Papa Francesco durante l’Angelus: “Prego per migranti in Libia. Tutti abbiamo responsabilità” 

Leggi anche -> Pedofilia e Chiesa, Papa Francesco cambia la storia futura: abolito il Segreto Pontificio