Assassino stupratore linciato a morte dai vicini della vittima: si tratta di una bimba di 9 anni

Jose Guaymas, principale sospettato dell’omicidio e dello stupro della bambina di 9 anni Rocío Abigail Riquel, è stato linciato fino alla morte dai vicini di casa della vittima

E’ stato ucciso a morte da una folla inferocita Jose Guaymas, il 24enne che era stato accusato di essere l’autore dell’omicidio e dello stupro di Rocío Abigail Riquel, una bambina di 9 anni ritrovata morta a San Miguel de Tucumán, una città dell’Argentina. L’uomo era ricercato sia dalla polizia che dal gruppo di vicini che, una volta individuato, lo hanno linciato a morte. Alcune fonti giudiziarie hanno confermato al sito di notizie argentino Infobae che l’aggressore, noto come “Culón” era stato rilasciato tre giorni prima dell’omicidio dopo essere stato condannato per una rapina. Diversi testimoni hanno confermato agli inquirenti di aver visto il 24enne passare mano nella mano con la bambina. Secondo quando riferito da un vicino di casa di Guaymas, l’uomo la sera prima che commettesse l’atroce delitto “voleva impiccarsi, minacciava sempre sua madre e assumeva molte droghe. Non mi sono mai fidato di lui perché viveva costantemente drogato. Avevo paura che succedesse qualcosa a mia figlia di tre anni”, ha riferito ai media di Tucuman.

La piccola Abigail

“Vado a giocare da un’amica”

Questa terribile vicenda ha inizio sabato scorso, quando la piccola Abigail ha detto ai genitori che stava uscendo di casa per andare a giocare da un’amica. Da quel momento la bambina di 9 anni non è stata più vista: i genitori preoccupati hanno contattato subito la polizia. Dopo 7 ore di ricerche la polizia ha ritrovato il corpo della vittima senza vita a faccia in giù, sepolto da un ammasso di terra a 700 metri da casa. Dall’autopsia è emerso che la Abigail, prima di morire, era stata abusata sessualmente dall’aggressore che l’ha poi strangolata e uccisa con dei massi di terra compatta.

La scena del crimine dove è stato rinvenuto il corpo di Abigail

Linciato con il machete e consegnato nudo alla polizia

La scoperta del corpo di Abigail ha scatenato una violentissima reazione dei vicini di casa e degli amici della famiglia Riquel: “Lo cerchiamo noi perché la polizia non lo farà”, aveva detto uno dei vicini di casa dei Riquel “Spero, per il suo bene, che si arrenda: perché se lo troviamo prima ci pensiamo noi”. Sono stati infatti proprio i vicini e gli amici della famiglia ha trovare per primi Guaymas, trovato dalla folla su una collina della zona. “Molte persone lo hanno afferrato e colpito con i machete”, ha dichiarato una fonte della polizia. Guaymas dopo il linciaggio è stato consegnato nudo alla polizia. 

Leggi anche -> Tragedia familiare: madre uccide a martellate la figlia di 3 anni dopo un’overdose di psicofarmaci

Leggi anche -> Abusa delle sue tre figlie per cinque anni. Ma la condanna lascia senza parole: in carcere solo sei mesi

Leggi anche -> Studentessa di 7 anni viene molestata in diretta durante le lezioni online, l’insegnante: “Disconnettetevi!”