Prepara i regali di Natale per i nipoti prima di morire. La storia di nonna Iris, vittima del coronavirus

nonna iris regali natale nipotiUna famiglia ha trovato regali di Natale incartati dalla nonna pochi giorni dopo la sua morte per coronavirus.

Iris Davies, 69 anni, aveva già comprato dei regali per i suoi nipoti e li aveva incartati amorevolmente per Natale.

Durante il suo ricovero in ospedale a causa di una brutta gastroenterite con bronchite, la donna cercava di tenere sempre aggiornati amici e parenti sulle sue condizioni di salute. La 69enne era in cura presso il Royal Glamorgan Hospital, teatro di un’epidemia di coronavirus che ha portato a 43 morti.

È stata dimessa e rimandata a casa, ma poco dopo è stata di nuovo ricoverata in ospedale, dove è risultata positiva al virus.

La sua famiglia racconta al Mirror che Iris, originaria di Ynyshir, nel Galles del Sud, si preparava sempre per gli eventi con un certo anticipo, compreso il Natale.

Un selfie con figlia e nipote pochi giorni prima di morire

La donna aveva un incredibile senso dell’umorismo, tanto da riuscire a scherzare anche nei suoi ultimi giorni di vita al Royal Glamorgan Hospital, dove è comparsa in un selfie con sua figlia e sua nipote accanto al letto.

Dopo la sua morte, sopraggiunta la scorsa settimana, la famiglia di Iris ha scoperto che aveva già comprato e incartato i regali di Natale dei bambini.

In un bellissimo tributo a sua nonna, la nipotina Molly Evans ha condiviso un post con tanti momenti divertenti vissuti assieme a lei.

Leggi anche –> Coronavirus, positiva a 102 anni la bisnonna supera la malattia: “Sta meglio di prima”

Leggi anche –> Coronavirus: Romeo, 10 anni, va a piedi da Palermo a Londra con il suo papà per abbracciare la nonna