Due terremoti M 4.2 e 3.4 al confine con il nord Italia: tremori, boati e centinaia di segnalazioni

doppia scossa di terremotoIngv ha rilevato due terremoti avvenuti nell’area dell’arco alpino svizzero ma a pochi chilometri dall’Italia. Il più forte di magnitudo 4.2 della scala Richter

Doppia scossa di terremoto distintamente avvertita in almeno due regioni del nord Italia. L’ha segnalata Ingv, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia indicando come epicentro una zona a sud della Svizzera: i due movimenti tellurici sarebbero avvenuti sull’arco alpino che divide i due Paesi, in Svizzera ma ad appena una quarantina di chilometri dal confine lombardo. Il primo terremoto, registrato alle 20:35, ha raggiunto una magnitudo di 4.2 gradi della scala Richter mentre otto minuti dopo si è verificata una replica un pò più lieve di magnitudo 3.4 della scala Richter. Nel secondo caso l’ipocentro è stato localizzato a 10 km di profondità, dunque sempre superficiale seppur avvenuta più in profondità rispetto al primo sisma.cuba terremoto

Nessun danno a cose o persone

Epicentro delle scosse è stato localizzato a sud ovest del comune di Elm ubicato nel canton Glarona e centinaia di segnalazioni sono arrivate non solo dalla Svizzera ma anche da diverse province italiane di Lombardia e Piemonte ed in particolare da varesotto, comasco, lecchese e verbano. Tanti i cittadini di Sondrio che sui social hanno confermato di aver distintamente avvertito il movimento tellurico che, in Svizzera, ha provocato anche boati e tremori. Ma fortunatamente nessun danno a cose o persone, secondo quanto riportato dai media locali. L’ipocentro superficiale non solo ha ulteriormente amplificato l’intensità del sisma ma ne ha esteso il raggio d’azione tanto che segnalazioni sono arrivate anche da diverse decine di chilometri.