Atto di omofobia contro una giovane infermiera: “Mi hanno distrutto la macchina, mi chiamano sporca lesbica”

Una giovane ragazza di 23 anni di Genova ha denunciato, attraverso un video su ‘Tik Tok’, gravissimi atti di omofobia nei suoi confronti.

Camilla Cannoni non ce l’ha fatta e si è sfogata in lacrime con un video su ‘Tik Tok’. La ragazza di 23 anni è una giovane infermiera di Genova e nella giornata di ieri è stata vittima di un atto increscioso da parte dei vicini di casa, che le hanno rotto gli specchietti e bucato le gomme della macchina. Motivo? Il fatto di essere lesbica e di convivere con la sua compagna.

Le parole di Camilla in lacrime: “I vicini mi hanno distrutto la macchina, mi chiamano sporca lesbica”.

Ecco il suo video postato su ‘Tik Tok’:

Infermiera di 23 anni si sfoga su ‘Tik Tok’: “I vicini mi hanno distrutto la macchina perché lesbica”

Da tantissimo tempo, Camilla Cannoni è vittima di insulti, intimidazioni e vere e proprie minacce per il suo orientamento sessuale non “gradito”. Ieri i vicini di casa sono passati ai fatti, bucando le gomme e spaccando gli specchietti della sua macchina.

Camilla aveva già segnalato le minacce alle forze dell’ordine, registrandole in un video. I carabinieri avrebbero minimizzato i vari episodi.