Si rifiuta di indossare la mascherina e dà fuoco al negozio: 18enne denunciato

Un ragazzo di 18 anni ha cosparso di liquido infiammabile il pavimento di un negozio per dargli fuoco. Tutto perchè gli è stato chiesto di indossare la mascherina

È entrato in un negozio rifiutandosi di indossare la mascherina nonostante le ripetute richieste del proprietario. Ma anzichè allontanarsi ha pensato bene di dare fuoco al locale: l’incredibile gesto è stato compiuto da un 18enne nella serata di giovedì e sarebbe potuto finire in tragedia. Secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine il ragazzo, senza rispettare le regole e le restrizioni anti Covid del Dpcm che il governo Conte ha varato allo scopo di contenere la diffusione della pandemia di Coronavirus in Italia, è entrato in un negozio. A quel punto è intervenuto il negoziante, il primo a rischiare una multa in situazioni simili: ha dunque chiesto al giovane di indossare un dispositivo di protezione individuale dal momento che si trovava in un luogo chiuso e dunque ad alto rischio contagio. Oltre al fatto che avrebbe potuto prendere una multa di 400 euro rischiando di farla prendere anche allo stesso titolare, al quale le forze dell’ordine avrebbero anche potuto far chiudere provvisoriamente il negozio.

L’accusa è di danneggiamento seguito da incendio e minacce.

Invece di uscire e tornare con indosso una mascherina però, il 18enne ha utilizzato del liquido infiammabile per dare fuoco, dopo averlo cosparso sul pavimento, al negozio. Pochi istanti dopo è fuggito per cercare di far perdere le sue tracce: un gesto assurdo che fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze anche se il negozio ha subito un buon numero di danni. Le persone che in quel momento si trovavano al suo interno invece sono riuscite ad uscire e le fiamme sono state domate poco dopo dai vigili del fuoco. I carabinieri della stazione di Formia, raccolte le testimonianze, hanno avviato le indagini identificando in poche ore il giovane, che è stato così rintracciato e denunciato. Per lui l’accusa è di danneggiamento seguito da incendio e minacce.