Pattinaggio artistico in lutto: muore la campionessa Jessica Ponzoni, coinvolta in un incidente sulla A22

Jessica Ponzoni

Jessica Ponzoni, era una campionessa di pattinaggio artistico di 25 anni, proveniente da Valsamoggia nel Bolognese.

La giovane atleta è rimasta coinvolta in un tragico incidente stradale sulla A22 del Brennero, all’altezza di Rovereto.

Jessica Ponzoni: il tragico finale

La ragazza era alla guida della sua auto, una Toyota Yaris, quando una macchina a tutta velocità è sopraggiunta da dietro tamponandola e spingendola sotto il tir che si trovava davanti alla sua auto.

L’atleta è stata subito trasportata all’ospedale di Santa Chiara di Trento e ricoverata d’urgenza nel reparto di rianimazione.

Ma a nulla sono serviti i vari tentativi dei medici di salvarla, infatti la ragazza è morta poco dopo. 

I messaggi di cordoglio

Il sindaco di Valsamoggia Daniele Ruscigno, ha espresso il suo dolore in un post su Facebook:

“Ci ha lasciato una nostra giovanissima concittadina in un tragico incidente stradale, Jessica aveva vestito la maglia della Nazionale Italiana, portando sui gradini più alti d’Europa, i colori del pattinaggio crespellanese.

Alla sua famiglia e ai suoi cari le più sentite condoglianze in questo terribile momento”.

Anche la Polisportiva Valsamoggia ha omaggiato la giovane campionessa con un messaggio commovente:

“Trovare le parole è sempre difficile, soprattutto quando viene a mancare una ragazza giovane, con un’intera vita davanti.

Da parte di tutti noi, sentite condoglianze alla famiglia e un abbraccio enorme a tutti quelli che la conoscevano”.

Altre due pattinatrici persero la vita in quel tratto di strada

Gioia e Ginevra erano due cuginette di nove e diciassette anni, anche loro pattinatrici, che sono morte sullo stesso tratto in cui è rimasta coinvolta Jessica.

Era il 27 ottobre del 2017, le due cuginette stavano viaggiando con le loro mamme e sorelle, quando a causa di un’improvvisa e brusca frenata di un tir davanti alla loro auto, finiscono
sotto le ruote dell’ingombrante mezzo.

Sono tragedie che non dovrebbero mai accadere e fatti che non si vorrebbero mai leggere.

Siamo vicini alla famiglia della giovane Jessica.