Musei chiusi in tutta Italia, Sgarbi contro il Governo: “Presenterò una denuncia alla magistratura”

A prescindere dal colore della zona i musei italiani sono destinati a chiudere.

Chi non ha preso bene questa notizia (già anticipata dal Ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini) è il sindaco di Sutri e deputato dell’opposizione Vittorio Sgarbi.

E lo ha espresso a più battute, in più contesti.

In primo luogo, l’ha fatto con un audio pubblicato sul proprio profilo Facebook, che vi proponiamo di seguito:

Il critico d’arte ha fatto notare una sostanziale incoerenza tra dichiarazioni di intenti ed azioni da parte del ministro Franceschini:

“Con il cosiddetto ‘Decreto Colosseo’, voluto dallo stesso Franceschini convertito in legge il 5 novembre del 2015 i musei italiani sono stati equiparati ai servizi pubblici essenziali come scuola, sanità, trasporti. Lo stesso Franceschini, in quella occasione ebbe persino a dichiarare: “E’ un fatto di civiltà che in Italia i musei, i luoghi della cultura, le biblioteche e gli archivi diventino servizi pubblici essenziali”. Oggi, smentendo se stesso e violando una legge dello Stato, Franceschini propone di chiudere musei e mostre“.

Quindi l’affondo, con tanto di minaccia di denuncia alla magistratura:

“E’ ora di finirla. Non possono andare avanti, come e peggio dei fascisti, contro la Costituzione e contro le leggi. Com’è possibile che questi ‘pavoni’, ignorino una legge da loro stessi promossa e approvata dal Parlamento? Franceschini e Conte sono letteralmente due fuorilegge! Se il ministro non ritirerà questa assurda proposta presenterò una denuncia alla magistratura”.

Ospite quest’oggi di Coffee Break, Sgarbi è tornato sulla scelta di chiudere i musei.

Una scelta illegale a detta di Sgarbi, perché cozza con la succitata legge del 2015, ed una scelta che è pronto a disattendere nel comune del quale è sindaco, a Sutri (in provincia di Viterbo):

Sgarbi ha quindi ribadito la sua posizione assolutamente d’opposizione, assolutamente contraria a qualsiasi forma di dialogo con la maggioranza – aggiungendo in merito alla possibile chiusura dei musei: “Chiudere i musei è un delitto contro la cultura, un atteggiamento nazista per impedire la salute della mente”.