Maradona operato d’urgenza al cervello: “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue”

Avevamo scritto di ieri delle condizioni di Diego Armando Maradona, ricoverato in clinica per quella che sembrava un apparente depressione.

LEGGI ANCHE => Maradona ricoverato in clinica, parla il suo medico personale: “Giù di morale. Non vuole mangiare”

Riportiamo nuovamente le parole del suo medico personale Leopoldo Luque: “Non è un’emergenza. L’idea è quello di farlo restare qui finché la situazione non si sarà ottimizzata, ma con Diego non si sa mai. Diego è psicologicamente giù, tutto ciò influisce sul corpo. Questo è il fattore principale che porta al suo ricovero, l’ho visto triste”.

In realtà, Maradona è stato operato d’urgenza per un coagulo al cervello.

Un’operazione andata a buon fine.

Queste le parole del portavoce del Pibe de Oro Sebastian Sanchi: “L’intervento a Maradona è stato un successo. Tutto è andato come previsto, Diego sta bene e sta riposando nella sua stanza”.

Il medico personale Luque, dal canto suo, ha detto: “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione. È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio. Rimarrà sotto osservazione”.

Maradona operato al cervello, di cosa s’è trattato?

Maradona è stato operato a causa di um ematoma subdurale.

Un ematoma subdurale è un coagulo di sangue che fuoriesce dalle vene e mette sotto pressione il cervello e che può ferire o lacerare il tessuto cerebrale vicino.

In alcuni casi, non è necessaria un’operazione – giacché la quantità di sangue presente non è abbastanza significativa.

In questo caso, è stato necessario procedere con l’operazione.