Raffaella Carrà celebrata dal Guardian come icona sexy europea: “Stavolta la Carrambata l’hanno fatta a me”

In occasione dell’uscita di “Explota Explota”, Raffaella Carrà è stata celebrata dal “The Guardian”. La showgirl: “Stavolta la Carrambata l’hanno fatta a me”.

Per anni, sulla prima rete nazionale, grazie al suo “Carramba, che sorpresa!” è stata l’artefice di innumerevoli sorprese, ma stavolta è stata lei a ricevere una “carrambata”. In occasione dell’uscita di “Explota Explota”, commedia musicale che segna l’esordio alla regia dell’uruguayano Nacho Alvarez, il quotidiano britannico “The Guardian” ha dedicato a Raffaella Carrà un lungo articolo, nel quale ha celebrato la showgirl, definendola: “Icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento in Italia e ha dato alle donne la possibilità di prendere l’iniziative in camera da letto. Ha insegnato all’Europa la gioia del sesso. Dagli anni ’50 in poi, Raffaella Carrà ha rappresentato una tripletta che sapeva ballare, cantare e recitare e che ha avuto un’influenza impareggiabile nella musica italiana e nella cultura pop. È stata la prima a esporre l’ombelico sulla televisione nazionale scandalizzando Vaticano e direzione Rai. Poi è arrivato il “Tuca Tuca”, ballato con Enzo Paolo Turchi, nel quale uno doveva toccare varie parti del corpo dell’altro a seconda del ritmo della canzone. Con “A far l’amore comincia tu” fino a “Tanti auguri”, la pop star ha insegnato alle donne che avere il libero arbitrio in camera da letto non era scandaloso, che ci si poteva innamorare di un uomo gay e che non tutte le relazioni sono esattamente sane. E’ stata una pioniera che ha aiutato le persone a vivere vite più appaganti, usando ritmi a cui nessuno che abbia sangue nelle vene può resistere”.

Raffaella Carrà: “Sono sorpresa e onorata”

Commossa è stata la reazione di Raffaella che si è detta onorata di avere ricevuto tale riconoscimento:

“Stavolta, la carrambata l’hanno fatta a me! Sono sorpresa, non mi aspettavo un tale riconoscimento… mi ha davvero colpita! E sono naturalmente onorata dal fatto che Nacho Alvarez abbia scelto proprio le mie canzoni per la sua Opera Prima… un cast sfavillante, tutti molto bravi e pieni di energia. Non nascondo che, quando ho visto il film e ho sentito le mie canzoni cantate da altri artisti, mi ha fatto un certo effetto, non capita spesso nei vari talent di sentirle riproporre. Auguro loro tutto il successo che meritano, anche perché il film esce in un momento particolare in cui sono ben altri i problemi delle persone, ma non ne hanno colpa e auguro loro che vada tutto per il meglio”.

Maria Rita Gagliardi