Sondaggi, sono tanti gli italiani che non intendono vaccinarsi contro il coronavirus

Cresce il numero degli italiani contrari al vaccino contro il coronavirus. Secondo Ipsos, 1 italiano su 6 non si vaccinerà. Ma il numero potrebbe essere più alto.

La notizia sul possibile arrivo di un vaccino che possa bloccare finalmente la pandemia dovrebbe essere accolta da tutti in modo assolutamente positivo. Tutti vorremmo tornare quanto prima alla normalità. Ma, assurdo a dirsi, non è così. Stando a una rilevazione di Ipsos, infatti, il 16% degli italiani non ha intenzione di vaccinarsi. Il 37% degli italiani vuole farlo quanto prima, mentre il 42% intende prima attendere per capirne la reale efficacia.

I risultati del sondaggio di Ipsos sono stati pubblicati dal ‘Corriere della Sera’ e sottolineati anche dalla trasmissione televisiva ‘DiMartedì’. Il ‘Corriere della Sera’ ha spiegato anche come gli italiani siano pessimisti sulla reale disponibilità del vaccino. Il 58%, infatti, ritiene che non ce ne sarà a sufficienza per tutti.

Molti italiani sono contrari al vaccino anti-Covid. Serve una comunicazione scientifica più chiara e che infonda maggiore sicurezza

Ma il numero dei no-vax potrebbe essere maggiore. infatti, il 16 ottobre scorso Euromedia Research aveva rilevato ben il 36% di contrari al vaccino e appena un 30% di favorevoli. Il 29% delle persone coinvolte nel sondaggio aveva dichiarato di voler aspettare la reale efficacia e diffusione.

Infine, un sondaggio mostrato domenica scorsa su La7 aveva mostrato come un italiano su tre non volesse fare il vaccino anti-Covid. Numeri abbastanza preoccupanti. Sarà fondamentale convincere gli scettici quanto prima, in modo da poter tornare presto alla normalità.

Questo forte sentimento antiscientifico è dovuto sicuramente all’incapacità della scienza di comunicare sicurezza. Sarebbe importante un cambiamento di comunicazione sul versante scientifico e un impegno della politica anche in tal senso.