NN intervista Loredana Errore: “Racconto il bisogno di tornare ad amare”

Da venerdì 6 Novembre è on line il nuovo singolo di Loredana Errore “Torniamo a Casa”. Il singolo segna il ritorno dell’ artista  e anticipa il suo prossimo album in uscita. Un passo indietro al bisogno di amare, quello di Loredana, che in questa intervista ci spiega il suo concetto di casa, intesa come nido e simbolo di radici forti. Il pezzo scritto da Stefano Piavani vede la produzione di Riccardo Quagliato.

Loredana, partiamo dal titolo, “Torniamo a Casa”. Perché questo nome?

“Torniamo a Casa” perché dopo tanti giri, tante feste, incontri, il bello è sempre tornare a casa, nel proprio nido. Scritto da Stefano Paviani e Riccardo Quagliato che ne è stato anche produttore, il testo racconta del bisogno di ritornare ad amare, di spogliarsi di quella pigrizia intellettuale che non fa andare avanti le persone.

Quanto tempo hai impiegato ad elaborare questo singolo?

A questo singolo ho detto di sì dopo un po’ di tempo, non l’avevo da subito compreso ma poi è stato puro e vero AMORE. Il sound è davvero sorprendente e mi sono fatta coinvolgere volentieri da questo blues rock, grazie alle chitarre del grande Giorgio Secco e al fantastico basso di Andrea Torresani. È stato un viaggio in prima classe e ne sono onorata.

Come hai vissuto il periodo di lockdown e come vivi questo periodo delicato per il comparto della musica e dello spettacolo?

Il lockdown è stato un duro colpo ma grazie alla musica non ne ho sentito tanto l’impatto. Mi sono concentrata molto nello studio dei nuovi brani e ho acquisito una forza straordinaria da questo continuo esercizio, perché nonostante il tutto fermo io andavo avanti con la mia nuova musica.

Com’è nata la collaborazione con Stefano Paviani?

Ho chiesto direttamente a Stefano perché avesse pensato a me, lui di tutta risposta mi ha detto che mi apprezzava già da prima e che quando ha saputo del mio nuovo contratto con Azzurra Music ha deciso di farmi sentire i suoi pezzi. Devo dire che sono davvero felice e grata per tutta questa buona musica.

Hai superato un periodo molto complicato della tua vita, soprattutto per la tua salute. Ti sei rialzata e sei ripartita. Quanto ti ha aiutato la musica in tutto questo?

Sì, devo dire che con la musica tutto acquista una colonna sonora dolce e facile da superare. Le canzoni sono il prosieguo della nostra anima, per tutto quello che riescono a tirarci fuori soprattutto nei momenti più difficili. A me ha dato tanta forza, unita alla fede e tutto è stato benedetto da un unico coro di angeli che cantavano alla vita. Come diceva Lucio Dalla: “Vita in te ci credo”.

Sergio Cimmino