Dpcm Natale 2020, anticipazioni: ci saranno novità? Conte: “Altri sacrifici necessari” – VIDEO

Cresce l’attesa per capire quali misure verranno adottate attraverso il prossimo Dpcm e se ci saranno degli allentamenti in vista delle imminenti festività.

Difficile prevedere grandi aperture. Come dichiarato da Conte durante l’evento ‘Generazione energia’: “Altri sacrifici sono necessari. Sarà un Natale diverso, o a gennaio rischiamo un alto numero di decessi”.

Di seguito alcune novità:

Zone Rosse, Arancioni e Gialle: il sistema rimarrà così organizzato. In tal senso, il più grande cambiamento riguarda due regioni del nord: venerdì Lombardia e Piemonte potranno lasciare la zona rossa per quella arancione.

In tal senso è arrivato il tweet del presidente della Regione Lombardia:

Scuola: i presidenti delle Regioni non vogliono riaprire i licei prima del 7 gennaio. Il ministro della Salute concorda. La ministra dell’Istruzione Azzolina, dal canto suo, vorrebbe riaprire prima delle vacanze.

Chiusura confini regionali: dovrebbe permanere la chiusura dei confini tra regioni. In tal senso Speranza ha ricordato il picco di spostamenti a Ferragosto. Deroghe per pochi “casi di necessità”.

Coprifuoco e chiusura ristoranti e negozi: nonostante le Regioni vogliano in tal senso una parziale riapertura, l’idea è che bar e ristoranti debbano chiudere alle 18 anche durante le feste. Coprifuoco alle 22 anche a Natale e a Capodanno

Per quanto riguarda la vacanze invernali, infine: Il sistema delle vacanze invernali riaprirà quando l’epidemia si sarà raffreddata”, ha dichiarato Boccia.