E’ morto il neonato caduto su un bus genovese: il drammatico epilogo dopo un mese e mezzo

Ha lottato per un mese e mezzo per rimanere aggrappato alla sua giovanissima vita ma non ce l’ha fatta.

Un bimbo di appena 20 giorni, caduto in seguito a una brusca frenata su un autobus a Genova, ha lottato per un mese e mezzo nel reparto di Rianimazione del Gaslini di Genova ma s’è dovuto arrendere al destino.

Il piccolo si trovava in braccio alla madre quando l’autista, per evitare di investire un pedone, avrebbe effettuato una brusca frenata che ha portato la donna a cadere e con lei il neonato, che ha battuto la testa sul pavimento del mezzo pubblico.

Per lui un trauma da schiacciamento, trovandosi schiacciato tra il corpo della mamma e il supporto metallico: nonostante i grandi sforzi dell’equipe medica per salvargli la vita (è stato anche sottoposto ad un intervento chirurgico) il piccolo s’è dovuto arrendere.

L’autista del bus sarà adesso indagato per omicidio colposo, anche se è in piedi la pista che porterebbe il pedone investito dal mezzo (poi ferito lievemente) ad essere accusato di imperizia.