Accoltellata e colpita da proiettili: 38enne trovata morta in casa in una pozza di sangue

aggressione carabinieri e famigliaLa vittima è Alessandra Provera, figlia dell’ex presidente della Provincia Franco Provera. Il corpo è stato trovato al sesto piano di un palazzo in Spalto Marengo, Alessandria

Agghiacciante ritrovamento quello fatto in un appartamento nel comune di Alessandria: il corpo di una donna di 38 anni, in seguito identificata, si trovava in una pozza di sangue. La vittima è Alessandra Provera, trovata al sesto piano di un palazzo in Spalto Marengo 10: era una veterinaria, impegnata anche come volontaria nel laboratorio allestito al giardino botanico per le famglie in crisi. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri ed il magistrato di turno oltre al medico legale che ha effettuato tutte le analisi del caso per stabilire le cause della morte.

Leggi anche: Avvocatessa rinuncia a difendere un uomo accusato di omicidio verso la compagna: Non sono serena

Le prime ipotesi sul decesso

Sarebbe stato il fratello di Alessandra, che era figlia dell’ex presidente della Provincia Franco Provera, deceduto nel 1982 in un incidente stradale, a trovare Alessandra morta in casa e a chiamare soccorsi e forze dell’ordine. Alessandro, questo il nome del ragazzo, si era preoccupato dopo che la 38enne non rispondeva al telefono. Nel frattempo sono stati interrogati alcuni residenti dello stabile i quali hanno affermato di non aver sentito rumori sospetti o urla che potessero destare preccupazioni. Dalle prime indiscrezioni sembra che Alessandra possa essere stata accoltellata ed in seguito raggiunta da alcuni colpi di pistola ma per averne la certezza occorrerà un approfondito esame autoptico.