Treno travolge un gruppo di ragazzi nel savonese, ci sono due morti

La tragedia è avvenuta intorno alla mezzanotte nei pressi della stazione ferroviaria di Quiliano nel savonese.

Due ragazzi di nazionalità curda sono morti, dopo essere stati travolti da un treno, il 3042 Milano-Albenga, a poco meno di un chilometro dalla stazione ferroviaria di Quiliano nel savonese.

Intorno alla mezzanotte, il treno regionale ha travolto un gruppo di undici ragazzi che procedeva lungo i binari della ferrovia. Nove di essi sono rimasti illesi, fra i quali anche il fratello di una delle vittime. Tutti il gruppo è di nazionalità curda e i ragazzi sono tutti dei profughi.

Sul posto immediato è stato l’intervento del 118 e dei vigili del fuoco, ma purtroppo per due ragazzi, nonostante le cure, non si è potuto fare altro che constatarne il decesso.

A bordo del treno erano presenti sette passeggeri. Essi sono stati fatti scendere e hanno proseguito il loro viaggio su alcuni taxi messi a disposizione da Trenitalia. Per il resto non si sono registrati ritardi sul traffico ferroviario.

Treno travolge 11 ragazzi nel savonese, due morti e nove illesi

Intorno all’una di notte, i ragazzi sono stati portati in questura per ulteriori accertamenti e per il fotosegnalamento. I sopravvissuti avrebbero dichiarato alla polizia di essere in cammino per raggiungere in qualche modo il confine francese.

Come hanno fatto i ragazzi a essere travolti dal treno? L’arrivo del treno ad alta velocità potrebbe aver provocato uno spostamento d’aria tale da far perdere l’equilibrio ai due giovani profughi finiti sotto le ruote.

Gli inquirenti stanno cercando di capire come i profughi abbiano fatto a raggiungere la zona. Dalle prime ricostruzioni, gli undici profughi erano arrivati qualche giorno fa a Lecce e, in seguito, messi in quarantena in una struttura dalla quale sono fuggiti. Potrebbero aver raggiunto la zona del savonese nascosti nel container di un camion con una plausibile complicità dell’autista.