Lutto nel mondo della politica sarda, muore Roberto Frongia: “Un valido assessore e una persona perbene”

roberto frongia

Lutto nel mondo della politica sarda.

E’ morto a Iglesias Roberto Frongia, assessore regionale ai Lavori pubblici nella Giunta di centrodestra guidata da Christian Solinas.

Avrebbe compiuto 61 anni il 23 gennaio ma è stato stroncato da un male incurabile, come accaduto due anni fa alla moglie Cosetta Melis.

Presidente dei Riformatori sardi, Frongia era presidente del comitato promotore del riconoscimento del principio di insularità in Costituzione. Come dichiarato in una recente intervista, queste erano le stelle polari della sua azione politica: “Consegnare all’Isola nuove strade, una corretta gestione dell’acqua pubblica e vedere il principio di Insularità inserito nella Costituzione”.

Avvocato, Frongia era in politica da quasi 30 anni.

La prima esperienza, nel 1993, come assessore e vicesindaco della giunta Mauro Pili, a Iglesias.

Poi altri assessorati tra il 1999 e il 2004 con le Giunte di Mario Floris, dello stesso Pili e di Italo Masala.

Grande cordoglio da parte degli esponenti della politica isolana, a partire dal presidente Solinas:

“Un male crudele lo ha strappato prematuramente ai suoi affetti e alla politica, che era la sua vita. Di lui conserveremo un ricordo imperituro insieme ad un incrollabile fraterno affetto. La Sardegna perde non solo un valido assessore ma una persona perbene, che ha dedicato tutto se stesso anche in quest’ultimo periodo a lavorare per la nostra amata Isola: un gentiluomo della politica, che mancherà e resterà nel ricordo di tutti”.