Blitz alla festa clandestina di Capodanno con 130 persone: multa da oltre 50mila euro

maxi multa a tutti i presentiOltre 130 persone e il titolare di un ristorante sono stati multati dopo la scoperta di un party illegale durante la notte di Capodanno

Si tratta sicuramente di una delle maxi sanzioni più alte emesse in Italia da quando sono in vigore le misure restrittive per arginare l’epidemia di Coronavirus, quella cominata ai 130 partecipanti ad un party illegale organizzato nella chinatown pratese. Una festa con almeno 130 persone presenti, tra assembramenti e quasi totale assenza di mascherine. Nonostante l’Italia si trovasse in zona rossa con assoluto divieto di uscire di casa se non per questioni urgenze, lavoro, di salute o per riunirsi in numero limitato a 2 persone, ai parenti nelle vicinanze, qui i presenti erano decine, tutte di nazionalità cinese.

LEGGI ANCHE =>> Strage di Capodanno: mamma uccisa insieme al compagno nella casa dell’ex marito

Multa da 400 euro per ogni persona presente

Il tutto si è svolto in un ristorante in via Zipoli fino alle 21: quando 36 tra agenti di polizia, della municipale e della Guardia di Finanza sono intervenuti mettendo fine ai festeggiamenti con una multa che, complessivamente, supera i 50mila euro. Ogni presente è stato infatti sanzionato per 400 euro per violazione del dispositivo del Dpcm riguardante le norme anti-Covid. Un vero e proprio blitz quello messo a segno dagli agenti che hanno trovato persone intente a cenare e festeggiare come niente fosse. Il titolare ha ricevuto una denuncia per violazione delle norme anti contagio e una sanzione di 400 euro. Il suo locale dovrà inoltre chiudere per cinque giorni come da provvedimento che gli verrà notificato dalla prefettura. La questura ha sottolineato che l’intervento è scattato dopo una serie di segnalazioni di cittadini insospettiti dalle molte auto parcheggiate fuori dal locale e dall’alto volume della musica.