Ex dipendente si vendica rubando una ruspa e distruggendo 50 furgoni

Almeno 50 van distruttiA dir poco incredibile quanto accaduto in Spagna dove un ex dipendente si è vendicato del licenziamento distruggendo una cinquantina di van con un escavatore rubato poche ore prima

Non ha accettato il licenziamento e ha deciso di vedicarsi dei suoi capi nel modo più estremo possibile. Stanno facendo il giro del mondo le immagini di un uomo che, dopo aver rubato un escavatore, lo ha utilizzato per distruggere, una dopo l’altro, ben 50 veicoli. La vicenda arriva dalla Spagna e l’autore del gesto è un 38enne che dopo essere stato licenziato non ha accettato la decisione dei suoi responsabili provocando un danno di proporzioni enormi, stimato in circa due milioni di euro. Se non fosse stato fermato in tempo dagli agenti di polizia l’epilogo sarebbe stato ancora peggiore: l’ex dipendente infatti aveva rubato la ruspa a 21 chilometri dalla città per poi dirigersi, percorrendo l’intera strada a bordo dell’escavatore, e raggiungendo il parcheggio di uno stabilimento Mercedes: qui si trovavano moltissimi furgoni commerciali freschi di fabbrica e pronti per il trasferimento nelle concessionarie, sia con motori diesel che elettrici, del valore di circa 40mila euro l’uno.

LEGGI ANCHE =>> Cerca di uccidere una mosca con la racchetta elettrica ma distrugge casa. La causa è una fuga di gas

Danni stimati in 2 milioni di euro

L’episodio è avvenuto lo scorso 31 dicembre nello stabilimento di Vitoria, la più importante città della comunità autonoma dei Paesi Baschi e capoluogo della provincia di Álava. Ma solo in queste ore, complice la diffusione di alcuni video che mostrano il disastro provocato dall’uomo, è divenuto di dominio pubblico. Come spiegato su El Pais oltre ai 50 furgoni l’uomo ha distutto anche le barriere esterne e alcune infrastrutture interne. Resta ora da capire quali saranno per lui le conseguenze di un gesto tanto estremo.