Portogallo, infermiera 41enne muore 48 ore dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid: i risultati dell’autopsia

Sonia Acevedo, infermiera portoghese di 41 anni, è morta 48 ore dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid. Incerta la correlazione fra vaccino e morte della donna.

Giallo in Portogallo. Sonia Acevedo, un’infermiera 41enne in servizio nel reparto di pediatria dell’Istituto nazionale di oncologia a Porto, è morta 48 ore dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid Pfizer. Incerta la causa del decesso e l’eventuale correlazione fra morte ed effetti collaterali del vaccino. L’autopsia sul corpo della donna chiarirà cosa sia successo.

La donna era stata vaccinata il 30 dicembre, ma non aveva sofferto di effetti collaterali. Nel giorno di Capodanno, poi, si è verificato il decesso improvviso.

Queste le dichiarazioni del padre di Sonia, rilasciate al quotidiano ‘Correjo da Manha’: “Mia figlia stava bene. Non aveva avuto problemi di salute. Aveva fatto il vaccino ma non aveva avuto alcun sintomo. Non so cosa sia successo. Voglio solo risposte. Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte”.

Giallo in Portogallo per la morte di un’infermiera di 41 anni: aveva ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid il 30 dicembre

L’Istituto di oncologia presso il quale la donna lavorava ha diramato questa nota: “Il Consiglio di amministrazione conferma l’evento tragico ed esprime sincero rammarico a familiari e amici nella certezza che questa perdita si fa sentire anche qui. La spiegazione della causa della morte seguirà le normali procedure in queste circostanze”.

Sonia, subito dopo essere stata vaccinata il 30 dicembre, aveva condiviso sul proprio profilo Facebook una foto entusiasta mentre indossava una mascherina.

Morte Sonia Acevedo, i risultati dell’autopsia: aggiornamento 6 giugno

C’era inquietudine circa la morte di Sonia Acevedo, infermiera portoghese di 41 anni, deceduta a breve distanza dalla somministrazione del vaccino anti Covid della Pfizer.

Ebbene, la morte della donna non è correlata al vaccino anti Covid: a fare chiarezza sull’episodio l’autopsia, i cui risultati preliminari hanno fugato ogni dubbio.

Come riportato dal quotidiano Correio de Manha, il Ministero della Giustizia ha diramato una nota in cui scrive: “Senza alcun riferimento alla causa della morte, coperta dal segreto, i dati preliminari derivanti dall’esame medico-legale effettuata oggi non mostrano alcuna relazione tra il decesso e il vaccino per il soggetto in questione”.

(Aggiornamento effettuato da R.D.V.)