Joseph Capriati accoltellato dal padre: il dj di fama mondiale in gravi condizioni a Caserta

 

Il popolare deejay Joseph Capriati è stato accoltellato dal padre ed è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Caserta. Il ragazzo è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico a causa di una profonda ferita da taglio al torace e la sua prognosi resta riservata.

Il padre, un sessantunenne incensurato, è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Caserta per tentato omicidio. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, ieri sera padre e figlio avrebbero avuto una discussione nata da futili motivi. Il diverbio avrebbe poi coinvolto altri elementi della famiglia e sarebbe degenerato. A quel punto, il padre del deejay avrebbe afferrato un coltello da cucina e colpito violentemente il figlio al torace.

Joseph Capriati solitamente vive in Spagna ma da quando è scoppiata la pandemia, complice il blocco del lavoro, era tornato nella casa paterna a Caserta. Capriati ha 33 anni ed è considerato uno dei più grandi talenti del suo settore. Nella sua carriera ha suonato assieme ai migliori deejay del mondo, dividendo la console con mostri sacri come Carl Cox, Louie Vega, Jamie Jones e molti altri. Lo scorso 4 settembre è uscito il suo nuovo album ‘Metamorfosi’ con la partecipazione di tanti musicisti importanti tra cui il mitico sassofonista James Senese. In un’intervista dello scorso agosto, Joseph Capriati raccontava: “Ho suonato in tutto il pianeta ma ovunque io vada porto sempre con me la mia terra.”